Fabregas al Como in Serie B: l’Italia sempre più il calcio dei campioni a fine ciclo

Ultime notizie

Europei di Nuoto 2022, via al Foro Italico

Rome Swim Rome è il claim degli europei ospitati...

Leandro Lo, dalle medaglie d’oro ad una morte assurda

Fenomeno e icona mondiale di jiu-jitsu, il campione brasiliano,...

Bebe Vio vince il premio Mecenate dello Sport 2022

Per la forza e l'universalità dei valori trasmessi, Bebe...

Calcio femminile , l’Inghilterra è campione d’Europa a Wembley

Davanti al pubblico di casa, le inglesi vincono in finale...

Share

Potrebbe essere il colpo di mercato dell’estate, non solo per quanto riguarda la Serie B ma in generale uno dei più entusiasmanti di tutto il calcio italiano: Cesc Fabregas vestirà la maglia del Como. Il centrocampista spagnolo arriverà in Italia nei prossimi mesi e la città è ormai in trepidante attesa del suo nuovo campione che potrebbe ribaltare gli equilibri del campionato cadetto. L'”Architetto”, però, non è il primo caso di top player che approda in Italia alla fine del proprio ciclo calcistico.

Cesc Fabregas vestirà la maglia del Como
Cesc Fabregas ©Getty Images

Fabregas come Ribery: un altro campione alla scoperta dell’Italia

Accogliere in Italia un giocatore del calibro di Fabregas è un grande privilegio. Un calciatore capace di vincere in carriera una Liga, due Premier League, due Europei e un Mondiale. Una trattativa che sembrava solo una follia mediatica e che invece si è trasformata in realtà. L’ex Arsenal, Barcellona e Chelsea sarà a Como tra qualche giorno per firmare il suo nuovo contratto e cercare di trascinare il club verso la Serie A. Cesc ha preso la decisione di approdare in Italia a fine carriera, partendo addirittura dalla cadetteria, per provare a scrivere una pagina di storia del calcio moderno. Il campione spagnolo, però, non è l’unico ad aver approcciato al campionato italiano in tarda età.

Negli ultimi anni sono stati tanti i top player arrivati nel nostro campionato a fine ciclo. Il caso più eclatante è quello di Franck Ribery che nel 2019 ha deciso di trasferirsi alla Fiorentina dopo aver dato l’addio al Bayern Monaco. Successivamente, in maniera del tutto inaspettata, nel 2021, da svincolato, ha scelto di unirsi alla neopromossa Salernitana. Un gesto di grande umiltà di un campione assoluto che è entrato nel cuore di tutto il popolo di Salerno. Nel gennaio dello stesso anno la Serie A ha accolto anche Nani che ha firmato col Venezia. Il portoghese ex Manchester United, però, non è riuscito a dare l’apporto necessario per conquistare la salvezza e a fine stagione ha rescisso il suo contratto per firmare col Melbourne Victory.

Le trattative impensabili: da Jardel all’Ancona a Sagna al Benevento

Andando indietro nel tempo è celebre anche la trattativa che ha portato in Italia il terzino destro francese di origini senegalesi, Bacary Sagna. Dopo una carriera brillante tra Arsenal, Manchester City e nazionale francese, nell’inverno del 2018 ha deciso di firmare un contratto di 6 mesi col Benevento in Serie A, trovando il suo primo gol nell’aprile dello stesso anno contro la Roma. Un altro terzino che ha gustato in tarda età il campionato italiano è Darijo Srna, capitano per anni della nazionale croata, che nel 2018 è passato dallo Shakhtar Donetsk al Cagliari a titolo gratuito.

Nel 2016 aveva scelto il Cagliari anche Bruno Alves, dopo una brillante carriera tra Porto, Zenit e Fenerbahce nel quale ha collezionato 14 trofei, seguiti dall’Europeo col Portogallo. Successivamente il difensore portoghese ha anche vestito la maglia del Parma. Il grande colpo di mercato del 2004, invece, si è rivelato un flop assoluto. L’attaccante brasiliano Mario Jardel, dopo aver vestito le maglie di Vasco da Gama, Gremio, Porto, Galatasaray, Sporting Lisbona e Bolton, scelse di trasferirsi all’Ancona. Un acquisto destinato a cambiare le sorti del club e che invece, come dimostrano le 3 presenze e 0 gol, si è rivelato fallimentare. All’elenco dei grandi campioni approdati in Italia si sta per aggiungere Cesc Fabregas, un colpo destinato a rimanere, comunque vada, nella storia del calciomercato.

spot_img