Uefa futsal Euro 2022: l’Italia chiamò

Ultime notizie

Piazza di Siena, 100 anni di sport e natura, nel cuore di Roma

Giunto all'edizione numero 89, il CSIO (Concours Saut International...

Internazionali: Nole è il re di Roma, per la sesta volta

Quella agli Internazionali BNL d'Italia è una vittoria importante...

Share

Lo abbiamo atteso impazienti e finalmente dopo quattro anni è arrivato. Ancora qualche giorno d’attesa e poi sarà Uefa Futsal Euro 2022.

Gli azzurri esultano dopo un gol in amichevole contro la Francia
Gli azzurri esultano dopo un gol in amichevole contro la Francia

La nuova Italia

L’Italia di Max Bellarte arriva all’appuntamento con una ritrovata solidità e una qualità che non mostrava da anni. Dopo l’esclusione dal mondiale concluso qualche mese fa, l’allenatore pugliese ha preso in mano una squadra smarrita che aveva perso ogni certezza. “Il mio percorso con la Nazionale è iniziato da una mancata qualificazione ai mondiali appena giocati. Da lì abbiamo intrapreso un percorso di rinnovamento e ringiovanimento del roster. Stiamo percorrendo una strada nuova per cercare di portare qualcosa di buono sia alla Nazionale che a tutto il movimento futsal italiano”. Così parlava il C.T ai nostri microfoni, dopo aver staccato con due partite d’anticipo il pass per gli europei. Bellarte ha sempre cercato di mantenere nervi saldi e soprattutto i piedi ben piantati in terra perchè dopo la cavalcata nelle qualificazioni, la gioia e le aspettative dei tifosi di futsal sono salite a dismisura.

La lista dei sedici preconvocati, dalla quale in due dovranno necessariamente essere esclusi, mostra un’incredibile varietà. Non solo dal punto di vista tattico, ma anche da quello anagrafico e d’esperienza. Il mondo è bello perchè è vario recita il proverbio ma anche ItalFutsal è bella per lo stesso motivo. Ci sono campioni affermati e ragazzi convocati per la prima volta in questa stagione. Bellarte lo aveva promesso, “nessuno ha il posto assicurato“. La convocazione si guadagna sul campo, detto fatto. C’è Mammarella, e come poteva non esserci, così come c’è Dennis Berthod, portiere classe 2003 dell’Aosta. I due sono stati protagonisti sui social grazie ad una foto che li ritraeva insieme, abbracciati, durante un camp estivo di calcio a 5. Il primo era già il portiere più forte al mondo, l’altro solo un bambino, visto che tra i due ci sono 19 anni di differenza. C’è il capitano Merlim, che ha collezionato negli anni 101 presenza in azzurro, così come Caponigro che solo qualche settimana fa ha trovato il suo primo gol azzurro.

I pre convocati di Massimiliano Bellarte per Uefa Futsal Euro 2022
I pre convocati di Massimiliano Bellarte per Uefa Futsal Euro 2022

La guida al torneo

Dopo le due amichevoli contro l’Iran che ci hanno confermato la nostra dimensione a livello mondiale, il cammino della Max Italia, partirà il 20 gennaio alle 20.30 contro la Finlandia. La squadra di Mico Martic, vecchia conoscenza del futsal italiano, è l’incubo degli azzurri come ci ha confermato anche Japa Vieira, attaccante della Came Dosson e della Nazionale. “Quando ho visto gli accoppiamenti mi è venuto da ridere. Non è possibile ancora la Finlandia. Già perchè sono stati proprio loro a condannarci durante le qualificazioni al mondiale lituano. Dopo quella sconfitta il futsal italiano è dovuto ripartire da zero, cambiando C.T e gran parte della squadra. L’abbiamo ritrovata anche nelle qualificazioni e le due vittorie ottenute ci hanno dato conferma della bontà del nuovo corso.

Il 23 gennaio a Groningen, saremo in scena contro la Slovenia, avversario ostico ma probabilmente il più abbordabile del raggruppamento. Per chiudere il girone venerdì 28 alle 17.30, ci aspetta il Kazakistan, sesto nel ranking mondiale, e una delle nazionali più forti che il futsal può vantare. Il compito non è affatto semplice, un pò come lo era in estate per i ragazzi di Mancini, ma noi italiani di fronte alle imprese impossibili ci esaltiamo. L’Italia del futsal è bella, giovane ma soprattutto molto forte e speriamo che possa farci divertire. 

spot_img