Il tennis riparte dalla United Cup. L’evento a squadre miste che aprirà il 2023

Ultime notizie

LEC, via alla Season 2023

La competizione europea di League of Legends è finalmente...

Sport, rincari e pandemia: buone e cattive notizie

Lo sport è stato tra i primi a risentire...

Mikaela Shiffrin nell’Olimpo dello sci. Come lei nessuno mai

L’Americana supera Lindsey Vonn e sigla il record di...

Share

Competizione a squadre miste organizzata da ATP e WTA, la United Cup aprirà la stagione 2023 del tennis internazionale. Si giocherà in Australia dal 29 dicembre 2022 all’8 gennaio 2023.

United Cup

Il format: 18 squadre divise in sei gironi

Fino al 2019 la stagione del tennis si apriva con la Hopman Cup, competizione a squadre miste organizzata dall’ITF. Dal 2020 l’evento aveva lasciato spazio all’ATP Cup, altra manifestaziona a squadre, ma riservata solo agli uomini. Dopo tre edizioni, si è però deciso di tornare indietro, organizzando nuovamente un evento misto: tornerà, quindi, la Hopman Cup? No, – o almeno non in avvio di stagione – perché la nuova competizione sarà gestita da ATP e WTA, e non dall’ITF. Si chiamerà United Cup, e verrà giocata dal 29 dicembre 2022 all’8 dicembre 2023 nelle città australiane di Brisbane, Perth e Sydney. 18 squadre nazionali, scelte secondo i seguenti criteri: le sei nazioni con il miglior Ranking ATP (considerando il primo giocatore in classifica); le sei nazionali con il miglior Ranking WTA; escludendo le precedenti, le sei nazioni con il miglior Ranking combinato (primi in classifica ATP e WTA).

Ogni sfida prevederà due incontri di singolare maschile, due incontri di singolare femminile e un match di doppio misto. Le squadre saranno suddivide in sei gironi: i gruppi A e F avranno luogo nella città di Perth; B ed E si giocheranno a Brisbane; C e D verranno disputati a Sydney. Le due vincitrici dei gironi svolti in ogni località si sfideranno nelle ‘Host city finals’, e le vincenti delle tre sfide (insieme alla perdente con il miglior record nell’intera competizione) si qualificheranno per la fase finale. Quest’ultima si disputerà a Sydney dal 6 all’8 gennaio, con le due semifinali e la finalissima. Ogni incontro di singolare permetterà ai giocatori di conquistare punti nel Ranking ATP o WTA, in base alla classifica del giocatore battuto e alla fase del torneo (girone, host city final, semifinale o finale). Ogni giocatore potrà ottenere un massimo di 500 punti.

Perth

Campo di partecipazione di altissimo livello: il ruolo dei punti ATP e WTA

L’Italia sarà una delle protagoniste della nuova manifestazione. Gli azzurri, che saranno capitanati da Vincenzo Santopadre, potranno contare sulla presenza di Martina Trevisan, Matteo Berrettini e Lorenzo Musetti. Esordiranno il 29 dicembre contro il Brasile – qualificato grazie alla numero 15 WTA Beatriz Haddad Maia – e successivamente affronteranno la Norvegia, altro team compreso nel gruppo E. In generale, saranno presenti tre delle prime quattro tenniste della classifica WTA: la polacca Iga Swiatek (numero 1), la statunitense Jessica Pegula (3) e la francese Caroline Garcia (4). Lo stesso si può dire relativamente ai protagonisti del circuito ATP, con Rafael Nadal (numero 2), Stefanos Tsitsipas (3) e Casper Ruud (4) ai nastri di partenza. Sembra quindi essere chiaro che i punti ATP e WTA assegnati hanno un ruolo importante nell’attrarre i vari top player. Alla Hopman Cup, un campo di partecipazione di questo livello non si era mai visto.

Di grande prestigio anche i nomi dei capitani delle squadre. A guidare la Polonia – che potrà puntare, oltre che su Iga Swiatek, sul numero 10 ATP Hubert Hurkacz – ci sarà la ex numero 2 del mondo Agnieszka Radwanska. L’ex numero 1 Lleyton Hewitt e la campionessa Slam Samantha Stosur saranno i capitani dell’australia, nazione ospitante. Il sei volte semifinalista nei tornei major Tim Henman guiderà la Gran Bretagna di Cameron Norrie, mentre la leggenda del doppio Marc Lopez sarà il capitano della Spagna. L’argentina potrà contare sull’esperienza della ex numero 1 di doppio Gisela Dulko, la Germania su Mischa Zverev, fratello di Alexander. Iva Majoli guiderà il team croato. Alcuni capitani saranno invece anche impegnati nella competizione come giocatori. E’ il caso di Grigor Dimitrov (Bulgaria), Alexander Bublik (Kazakistan), Edouard Roger-Vasselin (Francia) e Stan Wawrinka (Svizzera). Tutto è pronto: chi sarà il primo campione della United Cup?

spot_img