Di Nadal ce n’è uno: l’unico al mondo a far 21!

Ultime notizie

ATE Cup, un Winter Split tutto italiano

ATE Cup, finalmente un campionato in grado di colmare...

Federer annuncia il ritiro: “Ti amo e non ti lascerò mai”

A 41 anni Roger Federer lascia il tennis pubblicando...

Sportcity , l’evento per la sportivizzazione dei luoghi

Che significa sportivizzazione dei luoghi? Rendere le città più...

Simone Giannelli, l’arma in più dell’Italia di De Giorgi

Simone Giannelli: il regista italiano che dipinge con le...

Share

Non si parla di altro, sul web il suo nome appare tra i più ricercati. Rafael Nadal, colui che un mese fa era in stampelle oggi è il detentore di un record mondiale: 21 Slam vinti, nessuno come lui. Nadal entra nella storia, rimontando di due set a Daniil Medvedev dopo oltre 5 ore di sforzi, conquistando così gli Australian Open per la seconda volta nella sua carriera.

“C’mon Rafa!”

Il 35enne di Manacor supera i record assoluti di Federer e Djokovic fermi a quota 20 Slam. Il campione porta a casa il trofeo vincendo al match point del 5° set dopo una lotta durata poco più di 5 ore, si tratta della seconda finale Slam più lunga della storia dopo Djokovic-Nadal del 2012 (5 ore e 53′).
Nella sua carriera, inoltre, vanta di un oro olimpico nel singolo a Pechino 2008 e nel doppio a Rio 2016.
“E’ stata una delle partite e il momento più emozionate della mia carriera, per me un onore. Queste tre settimane mi resteranno nel cuore per il resto della vita” – afferma.

I messaggi da parte dei suoi amici, nonché avversari in campo, non hanno tardato ad arrivare. Tra i più celebri troviamo Roger Federer “Che partita! Grande amico e rivale. Sono orgoglioso di condividere questa ‘era’ con te e onorato di aver contribuito a spingerti per raggiungere i tuoi successi e quelli che verranno. Ma ora goditi questo!”. Non è mancato il commento di Novak Djokovic: “Il tuo spirito combattivo è impressionante e ha prevalso un’altra volta”. E infine il primo italiano a raggiungere i quarti in tutti gli Slam, Matteo Berrettini: “Che privilegio e che onore avere l’opportunità di condividire il campo con te!”.

17 anni, 21 Slam, un solo nome: Rafael Nadal

5 giugno 2005: Rafa Nadal vinceva il suo primo e storico Roland Garros.
… 17 anni dopo: 31 Gennaio 2022, il campione diventa leggenda conquistando il suo 21° Slam agli Australian Open. Sono passati ormai tanti anni da quel 5 giugno che per Rafa fu un traguardo emozionante. Il campione inizia la sua stagione su terra proprio in quell’anno riscuotendo da subito un grande successo, tant’è che i riflettori vennero da subito puntati su di lui. In due mesi arriva a conquistare i titoli di Monte Carlo, degli Internazionali di Roma e di Barcellona.

Giunge il momento del suo primo Roland Garros a cui Nadal prende parte in tenera età. Si regala nel giorno del suo diciannovesimo compleanno la vittoria in semifinale contro lo storico numero uno del mondo Roger Federer con un punteggio di 6-3 4-6 6-4 6-3. Raggiunge così la finale conclusiva del torneo parigino, in cui deve vedersela con l’argentino Mariano Puerta.
Sappiamo tutti com’è andata a finire: il giovane Nadal porta a casa il suo primo trofeo, ignaro del fatto che sarebbe stato solo il primo di una lunghissima serie.

spot_img