Home NEWS Un anno di sport, l’Italia dei trionfi

Un anno di sport, l’Italia dei trionfi

Yuri Romanò, opposto italiano tra i protagonisti della vittoria del Mondiale. Ph. Credit: Rubin - Fipav

Da Fontana a Paltrinieri, poi le Olimpiadi. Il 2022 è l’anno del ritorno della MotoGp in Italia, ma anche della ginnastica ritmica e dello sci. Pallavolo e nuoto italiani sul tetto del mondo.

italnuoto

2022, si inizia con le Olimpiadi invernali

Il 2022 per l’Italia dello sport è stato un anno di trionfi. L’anno che ormai volge al termine sarà ricordato per la seconda mancata partecipazione consecutiva degli Azzurri del calcio dal Mondiale. Ma per molti altri storici successi. Un anno sportivo particolarmente intenso iniziato con i Giochi invernali dove l’Italia si è distinta. Nella severa bolla anti-covid di Pechino lo sport italiano ha conquistato 17 medaglie. Arianna Fontana si conferma campionessa nello short track e atleta più medagliata ai Giochi olimpici. Agli stessi, Federica Brignone è vicecampionessa olimpica di slalom gigante. Nello sci nordico Federico Pellegrino è argento olimpico nella sprint. Il 2022 è anche l’anno della prima medaglia a cinque cerchi del curling italiano: merito di Stefania Constantini ed Amos Mosaner che battono in finale la Norvegia. Ancora a Pechino, Francesca Lollobrigida è medaglia d’argento nei 3000 metri. E’ la prima medaglia italiana al femminile della storia in pista lunga. Siamo solo al 5 febbraio e lo sport già è ricco di conquiste importanti.

Ma la lista è ancora lunga da lì a dicembre. A marzo Sofia Goggia vince per la terza volta la coppa di discesa libera. Nello stesso mese l’Italrugby battendo il Galles mette fine al tunnel di sconfitte ininterrotte dal 2015. Niente cucchiaio di legno nel 2022. E’ stato anche l’anno del nuoto. Su tutti Gregorio Paltrinieri, Dio delle acque, è capace di dominare nel mondo e in Europa. L’atletica leggera italiana si riconferma ancora molto strutturata: Marcell Jacobs viene fermato ma non sconfitto da qualche infortunio passeggero. Arriva sul tetto d’Europa dei 100 metri e conquista l’oro iridato nei 60m indoor. Da non tralasciare il ciclismo. Filippo Ganna polverizza il record dell’ora ed entra nella storia del ciclismo mondiale. Mai nessuno era riuscito a coprire la distanza di 56.792 km, che il campione di Verbania ha coperto in 60 minuti al velodromo di Grenchen, in Svizzera, riportando in Italia un primato che Francesco Moser fece suo nel 1984.

Francesca Lollobrigida

Italia dello sport, un buon inizio e una buona fine

E’ anche il tempo della ginnastica ritmica, con Sofia Raffaeli, una delle migliori ginnaste italiane. La prima nella storia del nostro paese a vincere un oro individuale ai Campionati del Mondo. Precedentemente, è la prima individualista a conquistare l’oro nell’All Around in Coppa. Fefè De Giorgi porta gli azzurri della pallavolo sul tetto del mondo: succede, dopo 24 anni, a settembre, quando l’Italvolley batte in casa la Polonia. L’ultima volta, nel 1998, il ct era giocatore, e portò a casa il trionfo iridato. Settembre mese di grande risultati anche per la vela. Ruggero Tita e Caterina Banti sono campioni del mondo nella classe olimpica Nacra 17. Argento per Gianluigi Ugolini e Maria Giubilei. Lo stesso mese però è anche quello di un grande addio. Roger Federer comunica che la Laver Cup sarà il suo ultimo torneo. Il suo addio è un duro colpo per lo sport mondiale.

Ma il tennis italiano sorride nel 2022. A novembre l’Italia batte gli Stati Uniti nei quarti di Coppa Davis e arriva in semifinale. Non succedeva da 8 anni. Verrà sconfitta dal Canada, poi vincitore del torneo. Successi azzurri anche in tanti altri sport, dalla boxe alla vela, dal tiro a volo alla canoa e canottaggio, dal taekwondo al sollevamento pesi passando dalla lotta. E poi il ritorno del titolo della MotoGp in Italia, merito di Pecco Bagnaia. Vittoria italiana su moto italiana. L’ultimo a vincere un Mondiale fu Valentino Rossi nel 2009. L’ultimo a vincerlo in sella ad un motore italiano fu Giacomo Agostini nel 1972.
Dicembre chiude l’anno e ma non i successi che sono continuati fino alla fine. E’ il mese delle acque e della neve. Paltrinieri centra il bis ai Mondiali in vasca corta: dopo i 1500, e’ oro anche negli 800 stile libero. Nella stessa manifestazione è record del mondo per i quattro moschettieri della 4×50 mista.
Sofia Goggia è protagonista in Coppa del mondo di Lake Louise. L’Italia della spada maschile è seconda in Coppa a Vancouver e, quella del fioretto, terza a Tokyo.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Exit mobile version