G2 esports, è tempo di cambiamenti

Ultime notizie

Group Stage: disastro Europa

I Group Stage dei Worlds sono finalmente giunti al...

MMA’s Lunch, cosa è successo tra McGregor e Facchinetti

Nell'appuntamento del lunedì di MMA's Lunch, in onda sul canale...

l’Olimpus Roma e i settori giovanili raccontati da Francesco Semeraro

In questa puntata del mercoledì di Futsal Arena ci...

Red Bull Half Court: la prima finale mondiale è al playground di San Lorenzo

A rappresentare l’Italia nel Red Bull Half Court due...

Share

Dopo la mancata qualificazione ai Worlds 2021, i G2 Esports avrebbero cominciato una rivoluzione nel roster di League of Legends. E’ stata una settimana densa di contenuti per tutti i fan del MOBA Riot Games. Sono stati rilasciati il trailer di Arcane e la canzone dei Mondiali, aprendo una serie di scenari di discussione molto interessanti. Nell’ultima puntata di Studio League prima dello speciale Worlds Edition, abbiamo parlato un po’ di lore e del mondo immenso dentro LoL. Con Revilvage e Deugemo, e grazie soprattutto all’aiuto di Stefano “Rinzler” Galli, oltre che del consueto approfondimento esportivo, abbiamo deciso di immergerci dentro Runeterra.

G2 Esport, Arcane, World Song. Studio League e il viaggio al centro di Runeterra.
Arcane, la serie di League of Legends targata Netflix, sarà disponibile dal 7 novembre

G2 Esports, Rekkles è un ostacolo?

Era arrivato in gran stile. “Lascio i Fnatic per andare nel team più forte di sempre. Voglio vincere i Mondiali e lo farò“. Il risultato lo conosciamo tutti: terzo posto allo Spring Split, quarto al Summer Split, e mancata qualificazione ai Mondiali. Non si può ovviamente dare la colpa a lui per il mancato raggiungimento degli obiettivi minimi per un team del genere, ma sembra che la cessione di Perkz abbia portato un grave danno all’identità della squadra. Come operazione può sembrare simile a quella che la Juventus ha fatto con Cristiano Ronaldo. Prendere la star del team rivale, l’uomo che con sé sposta intere ondate di tifo, che ha sicuramente avuto un impatto enorme nella vendita del merchandising, non ha permesso di vincere quel che si pensava potesse essere ovvio.

Ed è così che i G2 Esports, dopo aver confermato i soli Jankos e Caps, potrebbero cambiare tutto il roster, persino l’ultimo acquisto, che sembrava dovesse essere riconfermato. La notizia l’ha data Pablo, noto esport reporter spagnolo, quasi come una certezza. Sembra che le ruggini sviluppatasi in passato nei Fnatic tra Rekkles e Caps siano riemerse nuovamente, portando il midlaner danese a chiedere di non giocare più con l’ex compagno di squadra. Basteranno i nuovi innesti, con i quali dovranno costruire un team intorno al talento dei riconfermati, a far tornare i G2 Esports sul tetto d’Europa? Per ora si parla di BrokenBlade al posto di Wunder, Dylan Falco al posto di Grabbz, Labrov al posto di Mikyx e di Carzzy al posto di Rekkles. L’ultima opzione non sembra plausibile, e sicuramente non è ancora tempo per smentirla.

i G2 Esports non arrivano al Mondiale, ma Rekkles è nella canzone ufficiale
Rekkles è stato inserito nel video della canzone dei Worlds2021 come co-protagonista

League of Legends, un mondo in continua evoluzione

LoL non è solo competitivo. League of Legends ha una storia al suo interno, almeno una per ognuno dei suoi 157 campioni. Un universo ricco di storie intrecciate, trame parallele, biografie non aggiornate ed eventi esclusivi. Abbiamo avuto l’occasione di farci illuminare a riguardo da Stefano “Rinzler” Galli, il nuovo Nero Wolfe. Sembrerà un appellativo anche troppo importante, ma Rinzler lo interpreta a meraviglia. Per chi non lo conoscesse, Nero Wolfe era quello che in tempi antichi veniva chiamato “Cantastorie”. Noto conoscitore dell’universo narrativo di Runeterra, raccontava le storie dei personaggi, permettendo ai fan del gioco di immergersi nel suo universo e affezionarsi ancora più al brand.

In tempi recenti, Riot Games ha deciso di puntare fortemente su questo aspetto. Con il rilascio di Legends of Runeterra ha permesso, oltre che creare un gioco di carte ed un nuovo universo competitivo, ai più curiosi di conoscere anche i personaggi intorno ai personaggi, le storie e le leggende raccontate nelle regioni. Inoltre, ha deciso, finalmente, di eliminare la banale storia dell’Evocatore. Prima, in parole povere, ogni campione era manovrato da un potente Evocatore, che si “divertiva” a farlo combattere all’interno della Landa degli Evocatori contro altri potenti maghi. Con il passare degli anni, Riot Games sta “aggiustando” queste storie. Ha dato più profondità ai personaggi, e permesso ai giocatori di innamorarsi di questi, non solo per le loro meccaniche in gioco.

spot_img