Home CURIOSITÀ Il Barcellona lancia un’altra stella: Yamal titolare a 16 anni. Nuovo record...

Il Barcellona lancia un’altra stella: Yamal titolare a 16 anni. Nuovo record in Liga

Lamine Yamal (Credit:Getty Images)

Il Barcellona sforna un altro gioiellino dalla sua cantera: a soli 16 anni e 38 giorni Lamine Yamal ha esordito da titolare in Liga con la maglia blaugrana, diventando il più giovane a farlo nel massimo campionato spagnolo nel 21° secolo. L’ennesimo prodotto de La Masia, un predestinato pronto a incantare la Spagna e non solo.

Yamal esordio da titolare col Barcellona
Lamine Yamal (Credit: Getty Images)

Lamine Yamal stabilisce un nuovo record in Liga: il nuovo gioiello del Barcellona

20 agosto 2023, una data che difficilmente dimenticherà, quella in cui il gioiellino classe 2007 spagnolo ha fatto il suo esordio da titolare in Liga. Yamal ha stabilito un nuovo record, diventando il più giovane a esordire dal primo minuto nella massima lega spagnola nel 21° secolo. Dopo i recenti casi di Pedri e Gavi, anche Lamine Yamal è pronto a conquistare il Camp Nou. Il suo esordio con la maglia del Barcellona era arrivato a soli 15 anni il 29 aprile 2023. In quella occasione, però era entrato in campo al minuto 84 contro il Betis Siviglia. Una manciata di minuti per il gioiello della cantera che aveva solo assaporato l’emozione di vestire una delle maglie più prestigiose del calcio mondiale. Ancora minorenne, è riuscito ad approdare nel palcoscenico più prestigioso con la maglia della sua città. Yamal, infatti, è nativo di Matarò, un piccolo comune in provincia di Barcellona e proprio con il club catalano ha percorso tutte le tappe.

Entrato nel settore giovanile di La Masia a soli 5 anni, ha seguito le orme di stelle del calibro di Leo Messi, Adres Iniesta e Xavi Hernandez, attuale allenatore di Lamine. Non si tratta di una semplice accademia calcistica, bensì di un serbatoio prezioso per la prima squadra. Un luogo in cui si respira tutta la tradizione e la filosofia del club catalano. Da subito ha sempre affrontato avversari più grandi di lui, assorbendo la differenza fisica grazie alla sua sorprendente tecnica, abbinata a una grande personalità. A soli 15 anni era già nel gruppo dell’Under 19, dove ha anche infranto il record di precocità precedentemente stabilito da Ansu Fati. Lamine predilige il ruolo di ala destra, così da poter sterzare sul piede mancino e trovare la giocata vincente. Se pur debba ancora costruirsi uno score all’altezza del suo talento, i suoi colpi hanno attirato l’attenzione di un maestro come Xavi che ha deciso di aggregarlo alla prima squadra.

Lamine Yamal e Araujo (Photo by Eric Alonso/Getty Images)

Record di precocità per il classe 2007: l’ultima intuizione di Xavi

Yamal ha debuttato da titolare nella seconda giornata del nuovo campionato tra Barcellona e Cadice. La prima da titolare al Camp Nou è durata 85 minuti per la stellina classe 2007 che ha giocato da esterno destro nel 3-4-2-1 di Xavi. Lamine, nato da padre marocchino e madre guineana, rispecchia perfettamente l’essenza del calcio spagnolo. Sembra già aver interiorizzato quei principi necessari per rappresentare un club come il Barcellona e le parole del suo allenatore hanno già messo in chiaro le potenzialità del ragazzo: “È un giocatore simile a Messi. Quando lo vedi in allenamento ti rendi conto che può essere un giocatore importante. È un talento meraviglioso”. Non banali i complimenti dell’ex centrocampista che riconosce a prima vista il talento puro, quello che sta modellando giorno dopo giorno in Pedri, Gavi, Balde. Proprio grazie al coraggio di puntare sulla generazione Z, ha avuto il merito di vincere l’ultimo campionato.

D’altronde in un mercato drogato come quello di oggi, l’unica strada è quella di valorizzare i prodotti di casa propria. Ancor di più alla luce della situazione finanziaria del Barcellona che da diversi anni ormai non ha più quel potere economico per imporsi. Il momento ideale per attingere dallo straordinario serbatoio de La Masia, così portare a termine quel processo di ricambio generazionale necessario dopo i vuoti di potere lasciati da Messi, Busquets, Pique, Jordi Alba e Suarez. Il Barcellona ha cambiato decisamente pelle, rivoluzionando il proprio scacchiere e affidando il destino del club a profili giovani ma dal potenziale straordinario. L’ultimo tassello in ordine cronologico è proprio Lamine Yamal che ha appena assaporato le vibrazioni del grande palcoscenico e adesso punta a diventare una figura di primo piano per le sorti del Barça. All’esordio da titolare è stato il migliore per dribbling effettuati. Se queste sono le premesse, potremmo essere di fronte a un nuovo campioncino.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Exit mobile version