Home NEWS Serie A femminile: ora si fa sul serio

Serie A femminile: ora si fa sul serio

MediaGallery FIGC calcio femminile

Si è conclusa la prima fase della Serie A femminile. Il massimo campionato si riposa qualche settimana prima della poule scudetto e salvezza

Martina Piemonte esulta durante una partita di Serie A femminile
Martina Piemonte esulta durante una partita di Serie A femminile. Foto FIGC mediagallery

Si chiude la prima fase

Si è chiusa la prima fase della Serie A di calcio femminile. Domenica 26 febbraio, con la vittoria della Juventus per 2 a 1 sul Parma e del Milan per 4 a 0 sul Como, i giochi sono terminati. La classificata delineata al termine della regular season vede il predominio indiscusso della novità Roma. La squadra della capitale è prima a 48 punti. Seguono la Juventus a 40, l’Inter a 35 e il Milan e la Fiorentina, a pari merito, a quota 34. Sono queste le cinque squadre che, secondo il nuovo format entrato in vigore quest’anno, si giocano lo scudetto. A completare la graduatoria, con una netta differenza di punteggio ci sono il Sassuolo con 17 punti, il Pomigliano a 14, il Parma con 13, il Como Women a quota e 11 e, fanalino di coda, la Sampdoria a 10 punti.

Dando un’occhiata alla classifica e notando la distanza che separa la quinta in graduatoria dalla sesta, si può dire che la scelta del nuovo format sia giusta. A partire dal 18 marzo iniziano due competizioni separate: la poule scudetto e la poule salvezza. I punti conquistati restano ma da adesso in poi ci saranno esclusivamente scontri diretti tra squadra dello stesso livello, per favorire la competizione e lo spettacolo. È vero che la composizione delle due competizioni era prevedibile tuttavia questo campionato non ha lesinato sorprese (come l’Inter che pareggia con il Como). Per questo anche la fase iniziale è stata interessante. Inoltre, è utile per le squadre più piccole scontrarsi con le grandi e saggiare il massimo livello del calcio femminile italiano.

Classifica ufficiale FIGC del campionato di Serie A femminile

La poule scudetto e salvezza della Serie A Femminile

Dopo la pausa dedicata alla Coppa Italia, riprende la Serie A, in una doppia corsa per il titolo e per la permanenza. La Roma è favorita per la vittoria finale forte del vantaggio di 8 punti, che però dovrà riuscire a mantenere anche dopo aver affrontato ben otto scontri diretti. La seconda fase del campionato, infatti, prevede gare di andata e ritorno. A queste vanno aggiunte le partite di coppa e, per le capitoline, di Champions League. Insomma, inizia un altro campionato fatto di sole gare difficili. La Juventus insegue ancora il sesto scudetto di fila e non sarà facile per Bartoli e compagne mantenere la vetta. Senza dimenticare le altre pretendenti che sognano un posto in Champions League, riservato al secondo classificato. Potrebbe andare oltre le aspettative il Milan trascinato da Piemonte, in costante confidenza con il gol. Qui il calendario ufficiale della poule scudetto.

Dall’altro lato, nella poule salvezza i punti di distacco sono meno. Troviamo le cinque squadre a sole sette lunghezze. La Sampdoria, nonostante sia ultima in classifica, ha messo in grossa difficoltà la Roma nell’ultima giornata. Segno che nessuna formazione è da sottovalutare. L’ultima classificata al termine della poule salvezza retrocede direttamente per dar spazio alla vincitrice del campionato cadetto. La penultima, invece, gioca lo spareggio con la seconda classifica in serie B. Le squadre attrezzate per fare il salto di categoria quest’anno sono molte quindi lo spareggio è davvero pericoloso. Lo sa bene il Parma che, per alzare le possibilità di permanenza in Serie A ha acquistato l’esperta Paloma Lazaro dalle file giallorosse. Questa seconda fase del campionato termina il 27 maggio. Qui il calendario ufficiale della poule salvezza.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Exit mobile version