Volley femminile, Conegliano e Roma conquistano la Coppa Italia

Ultime notizie

Jannik Sinner: quando arriverà il numero 1?

Sul fatto che l'altoatesino sia destinato a diventare il...

MotoGP: a che punto è Marc Marquez?

Dopo i test di Valencia le aspettative erano altissime....

Superbike: cosa ci ha detto il primo round?

Il primo round della Superbike 2024 ha messo in...

Le nuove leve del tennis ATP: rivoluzione in atto?

Sono tanti i giovani tennisti che stanno raggiungendo i...

Superbike 2024: i big all’assalto di Bautista, ma attenzione ai rookie

Lo spagnolo cerca il tris dopo i titoli conquistati...

Share

Coppa Italia vinta in Veneto e nel Lazio. Conegliano si prende la 45a Coppa Italia Frecciarossa con una prestazione autoritaria contro la Volley-Milano. La Roma Volley di Cuccarini si aggiudica la prima Coppa Italia della storia della società, la 26^ Coppa Italia Serie A2 Frecciarossa.

Volley femminile, arriva il poker per Conegliano

Calato il poker alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno, in provincia di Bologna. Le Pantere di Imoco-Conegliano hanno vinto la finale di Coppa Italia di pallavolo femminile per 3-0 (25-17, 25-23, 25-19). E’ la quarta volta che il team veneto vince il trofeo, la quinta in carriera. Un record per la formazione di Daniele Santarelli, nessun club aveva raggiunto questo risultato nelle 45 edizioni del trofeo. Dal 2012, anno di fondazione della società, è il 19esimo trofeo. 8100 spettatori in visibilio per la prova magistrale della squadra che ha battuto la Volley-Milano, novellina in una finale di Coppa Italia. Era la prima che giocava la compagine di coach Gaspari. Hanno tenuto testa alle capoliste lottando soprattutto nei primi due set con un’ottima Jordan Thompson, autrice di 17 punti, ma la minor efficienza sia in ricezione (65% contro 43%) che in attacco (40% contro 22%) hanno pesato nell’andamento del match.

Protagonista assoluta Isabelle Haak, superlativa MVP con 23 punti e il 54% (!) dal campo, accompagnata dalle americane Plummer e Cook (20 punti in coppia), dalle accelerate di Lubian e dai muri di Squarcini. Impossibile batterle. La Pantere hanno preso il comando delle operazioni sul 7-6 del primo set dopo una fiammata iniziale delle lombarde (0-3), nella seconda frazione hanno dato vita a un bel testa a testa con le rivali fino al 21-21 e poi hanno piazzato due colpi che hanno messo in ginocchio il Vero Volley. Il terzo set è stato a senso unico e l’Imoco ha potuto fare meritatamente festa: ora per completare l’annata perfetta mancano “soltanto” lo scudetto (al momento comando la classifica di regular season) e soprattutto la Champions League (si entrerà nel vivo tra poche settimane con i quarti di finale), sfumata lo scorso anno nella finale persa contro il VakifBank Istanbul di Giovanni Guidetti.
In rappresentanza della Fipav ha premiato le vincitrici il vice presidente Adriano Bilato.

Coppa Italia Serie A2 per le giallorosse che si avvicinano all’A1

In A2 è la Roma Volley Club la vincitrice della 26^ Coppa Italia Serie A2 Frecciarossa. In finale, la squadra di coach Cuccarini ha dovuto dovuto prendere il toro per le corna tirando fuori ogni energia, fisica e mentale. Così è riuscita ad avere la meglio sulle campionesse in carica della Valsabbina Millenium Brescia, che hanno fatto il possibile, soprattutto nella splendida terza frazione finita 30-32, per un bis che sarebbe entrato nella storia. Ma guidate da una Erblira Bici da 20 punti e meritatamente MVP, le giallorosse si sono confermate fuori scala per la categoria in questo stato di forma. Con il risultato di 0-3 hanno portato a casa la prima coppa della storia della società. A premiare la formazione vincitrice sono stati il presidente della Lega Femminile Mauro Fabris e il vicepresidente federale Luciano Cecchi.

Brave!!!” è stato l’unico aggettivo che Cuccarini ha detto alla squadra. L’unico che serviva visto il carattere che hanno tirato fuori durante il match. “Hanno disputato una partita di alto livello sia dal punto di vista tecnico-tattico che da quello del carattere e quando vinci una finale non c’è molto altro da dire“. Un percorso brillante, che vede sempre più vicino l’obiettivo prefissato a inizio stagione, come ci aveva detto il tecnico. “Riguardo all’A1, siamo solo a metà percorso, finora abbiamo fatto benissimo ma per realizzare la nostra ambizione che è quella di salire in A1, la strada è ancora molto lunga. – ha aggiunto Cuccarini – Sarà importante continuare a lavorare molto e bene in allenamento e affrontare ogni partita al massimo delle nostre capacità“.

spot_img