Studio League: Ferakton inaugura la prima

Ultime notizie

Group Stage: disastro Europa

I Group Stage dei Worlds sono finalmente giunti al...

MMA’s Lunch, cosa è successo tra McGregor e Facchinetti

Nell'appuntamento del lunedì di MMA's Lunch, in onda sul canale...

l’Olimpus Roma e i settori giovanili raccontati da Francesco Semeraro

In questa puntata del mercoledì di Futsal Arena ci...

Red Bull Half Court: la prima finale mondiale è al playground di San Lorenzo

A rappresentare l’Italia nel Red Bull Half Court due...

Share

Studio League, il nuovo format creato in collaborazione con Francesco “Deugemo” Lombardo, ha preso il via sul canale Twitch di Atleta. Studio League, trasmissione che andrà in onda ogni venerdì alle 15, vuole essere un centro di unione per tutti gli appassionati del mondo competitivo di League of Legends. Con notizie da ogni angolo del mondo, seguirà il cammino dei principali campionati: LEC, LCS, LPL ed LCK, ed anche quello italiano, il PG Nationals. La prima puntata non poteva avere altro ospite che Marcello “Ferakton” Passuti, ex caster, coach, ed estremo conoscitore di League of Legends.

Studio league, la formazione del SuperFantasy LEC fatta da Ferakton e Deugemo
La nostra formazione per la prima giornata della Week 3 di LEC, fatta con l’aiuto di Deugemo e Ferakton.

Studio League: i campionati internazionali

Dovendo andare ad analizzare la situazione nei maggiori campionati internazionali, siamo partiti da quello che, ultimamente, risulta essere meno competitivo: LCS. League Championship Series è il campionato Nordamericano, dove giocano squadre del calibro di Cloud 9, TSM e Team Liquid. Team Liquid che proprio adesso stanno vivendo delle turbolenze. Dopo aver messo in panchina un giocatore del calibro di Alphari, i giocatori si sono “rivoltati” contro Jatt, ex caster che ha esercitato la professione di Head Coach, costringendolo alle dimissioni. Inoltre, Santorin, il jungler titolare, ha avuto a che fare con nuovi problemi di salute, che lo hanno costretto a riposare per questa settimana. Lo split americano ha acquisito una nuova formula, diversa da quella che conosciamo. Spring split e summer split, invece di essere divisi come fossero due campionati a sé stanti, fanno classifica unica.

Al momento, gli unici due team che sembrano mantenere un livello competitivo all’altezza, sono TSM e 100 Thieves, che occupano rispettivamente primo e secondo posto della classifica. Sorprendono invece i Cloud 9, che, nonostante l’acquisto di un fuoriclasse come Perkz, non riescono ad imporsi. In LPL (Lol Pro League, il campionato cinese), sorprende la condizione degli LNG, ancora imbattuti, e degli RNG, che dopo la vittoria del Mid Season Invitational, appaiono invece stanchi e fuori forma. In Corea, nel campionato LCK (Lol Champions Korean), a faticare sono i T1 di Faker, che rischiano di non qualificarsi al mondiale per due anni consecutivi. E i Damwon? I vincitori dello scorso split hanno messo in panchina Ghost, stravolgendo il roster, ma questo non sembra aver influito troppo sui risultati ottenuti.

A sinistra, il logo della lega cinese, a destra di quella coreana

SuperFantasy LEC e PG National

Anche in Europa si sentono gli strascichi del MSI, come si vede dalle performance opache dei Mad Lions. I team sono usciti stanchi da una competizione lunga e dispendiosa, e ne pagano il prezzo all’inizio del nuovo split, lasciando il palcoscenico ad altri. I Misfits ad esempio. Anche se i coniglietti londinesi sono abituati a partire bene per sgonfiarsi dopo poco, in questo split sembrano veramente in grado di finire nelle posizioni alte della classifica. Ma G2 e Fnatic non rimarranno a guardare. Protagoniste del Match of the Week, il “Clasico” del LEC, le due squadre più vincenti d’Europa arrivano in ottime condizioni allo scontro più atteso di sempre. Lo spostamento di Bwipo in giungla non sembra essere stato un azzardo di troppo, e Adam, 20 anni a dicembre, sembra essere un veterano della competizione. I G2 dal canto loro sembrano aver ritrovato Jankos in forma smagliante, così come Rekkles.

Con l’aiuto di Ferakton ci spostiamo a casa nostra, posando gli occhi sul PG National, la lega nazionale italiana. Pur non essendo partiti al massimo, i Macko, campioni in carica, sembrano essere tornati quelli di un tempo, andando ad affiancare in cima alla classifica gli Axolotl, seguiti da Gaia e Outplayed. La delusione più grande sono i Mkers. Dopo aver fatto top 8 all’EU Master, sono sul fondo della classifica, non deludendo le aspettative createsi dopo la presentazione del roster all’ultimo momento. “Secondo me i Macko sono in quella fase dello split in cui prendono il largo e niente riesce a fermarli“, ci racconta Ferakton. “Da quanto ne so poi, il team si appena trasferito interamente in Gaming House, e questo darà una spinta fortissima alle loro prestazioni“.

spot_img