PG Nationals, la fine della regular season

Ultime notizie

Group Stage: disastro Europa

I Group Stage dei Worlds sono finalmente giunti al...

MMA’s Lunch, cosa è successo tra McGregor e Facchinetti

Nell'appuntamento del lunedì di MMA's Lunch, in onda sul canale...

l’Olimpus Roma e i settori giovanili raccontati da Francesco Semeraro

In questa puntata del mercoledì di Futsal Arena ci...

Red Bull Half Court: la prima finale mondiale è al playground di San Lorenzo

A rappresentare l’Italia nel Red Bull Half Court due...

Share

Ci siamo, la stagione regolare del PG Nationals è giunta al suo termine. Uno split fulmineo, che sembra essere durato troppo poco, quasi da lasciarci con l’acquolina in bocca. Il PG Nationals, iniziato il primo giugno, si appresta ora ad andare in pausa fino all’inizio dei play off: il 20 luglio. Non abbiamo neanche fatto in tempo ad appassionarci alle splendide B01 offerte dagli otto team italiani, e ci ritroviamo costretti ad attendere altri dieci giorni per rivederli in azione. Nel consueto appuntamento settimanale di Studio League, in onda ogni venerdì sul canale Twitch di Atleta, abbiamo avuto l’occasione di parlarne con Deugemo ed Emiliano Marini, in arte Moonboy, caster della competizione.

PG Nationals, la classifica in vista dei playoff
La classifica del PG Nationals al termine della stagione

PG Nationals: cosa aspettarsi dai playoff

La classifica finale del PG ci mostra un risultato chiaro e ben definito, e si tratta di un distacco, in mezzo alla classifica. Il quartetto di testa, capitanato dai Macko, seguiti a ruota da Outplayed, Gaia e Axolotl, sembra aver disputato un campionato a parte, rispetto a quello di coda. Non considerando i Mkers, che dopo i risultati dello scorso split hanno partecipato a questo come vittima sacrificale; Cyberground, GGE e Samsung Morning Stars, non sono sembrati all’altezza delle concorrenti. Gli Axolotl, che per molto tempo hanno occupato la vetta della classifica, hanno dovuto cedere il passo a squadre che con il tempo si sono dimostrate più solide e costanti, e più veloci nell’adattarsi alle richieste del meta. La strategia del “annulliamo Deidara” attuata dalle squadre che giocano contro di loro sembra aver dato i suoi frutti, dimostrando come il toplaner italiano sia un punto cardine del team in rosa.

La “sorpresa” sono in un certo senso gli Outplayed. E’ vero che con il roster presentato ad inizio split volevano sicuramente redimersi dalle ultime posizioni conquistate nello Spring. Ciò che ha sorpreso, in un certo senso, è la loro capacità fenomenale di riprendersi in poco tempo dalla flessione dovuta al cambio in corsa del coaching staff. Unici ad aver conquistato un 3-0 nella super week finale, scardinano Axolotl e Gaia dal collo dei Macko, scrivendo in grassetto, maiuscolo e sottolineato, un “Vogliamo il trofeo”, sulle certezze dei team in gara. La loro partita contro i Gaia è stato un esempio di quanto gli OP abbiano voglia di giocare col fuoco, senza aver paura di bruciarsi. Lasciare open a Chapapi il pick di Xerath, bannato per tutto lo split, proprio per poterlo affrontare con un Graves mid, è dimostrazione di agonismo puro.

PG Nationals, predictions rank
La classifica dei pronostici sul PG Nationals

Moonboy, capocannoniere delle predictions

Emiliano Marini, conosciuto come Moonboy, è stato ospite della terza puntata di Studio League. Color caster per PG Esports, abbiamo avuto occasione di apprezzare la sua voce e le sue conoscenze per LCK e PG Nationals. Considerata la sua tendenza ad azzeccare gran parte dei pronostici che fa, ci ha accompagnato nella discussione riguardante i playoff del PG. Se i Macko sono sulla vetta della regular season, Moonboy è in cima alla classifica delle predictions, conquistando più punti del resto del cast di PG Esport. “Chiedere a me o a qualsiasi giocatore del PG di scommettere sul team che può uscire vincitore dai playoff è quasi impossibile. Quello che abbiamo visto durante lo split ci ha fatto capire che sì, i Macko sono davvero forti, ma possono anche avere dei momenti di debolezza, che in una Best of 5 possono risultare letali“.

Prima di poter delineare un tabellone definitivo dei playoff, bisognerà aspettare la scelta dei Macko. In quanto primi in classifica, hanno l’opportunità e il vantaggio di poter scegliere il loro primo avversario. “Penso che la situazione all’interno della top 4 sia molto delicata. Tutti i team, qualsiasi sia il loro avversario, arriveranno al primo match consapevoli di poterlo battere“. Ogni team ha delle sue caratteristiche peculiari. L’esplosività e l’aggressività dei Gaia ne è un esempio, così come i pick inusuali e sorprendenti dei carry dei Macko. Bushy è l’unico adc a non avere Ezreal tra i campioni più giocati, sorprendendoci più volte con un KogMaw, che pur non risultando decisivo, lo mantiene in una situazione di comfort. “Tutti hanno la convinzione di essere il più forte, non vedo l’ora di vedere chi sarà in grado di dimostrarlo“.

spot_img