Padel, ai Mondiali bene per il femminile. Deludente la nazionale maschile

Ultime notizie

Coppa del mondo di sci, bene solo le azzurre

Slalom gigante, Marta Bassino sfiora il trionfo a Killington,...

Iran-Usa: un gol può portare la pace?

Una partita che va oltre lo sport, l’agonismo e...

Apoteosi Canada: Coppa Davis conquistata

Le foglie d’acero vincono per la prima volta la...

Beach Volley, Lupo – Rossi: che esordio in Australia

In Australia è il corso l'ultima Challenge del Beach...

Share

L’evento organizzato dalla Federazione Internazionale Padel di Luigi Carraro si terrà quest’anno a Dubai dal 31 ottobre al 5 novembre. Prima volta in azzurro per l’ex tennista Roberta Vinci. Grandi aspettative per il maschile guidato da Sciorrilli, che invece delude

Per il femminile stesso podio di 12 mesi fa

Abbiamo parlato più volte di padel mania, lo sport che piace a tutti. A livello amatoriale si fa fatica a trovare campi liberi a tutte le ore. Questo nonostante i campi siano proliferati. Se ne contano più di mille solo a Roma. E a livello professionistico si raggiunge il podio. Succede a Dubai dove si sono disputati i campionati mondiali. La squadra italiana femminile ha portato a casa la medaglia di bronzo, terza alle imbattibili e imbattute Spagna (1) e Argentina (2). In campo c’era anche l’ex tennista Roberta Vinci, ora numero 66 delle classifiche mondiali del World Padel Tour. 

Il mondiale è stato un trionfo di trionfi. Il girone dell’Italia prevedeva che la squadra si scontrasse con Portogallo, Olanda e Messico. Dopo questi risultati vincenti è arrivato quello dei quarti contro la Germania. La battuta d’arresto è arrivata contro l’Argentina. Così la finalina per il terzo posto giunge dopo il match contro il Belgio, battuto a sua volta dalla Spagna. Le coppie Vinci-Stellato e Orsi-Marchetti portano il bronzo all’Italia. Una conferma di quello dello scorso anno. L’auspicio è che sia solo un punto di partenza per raggiungere posti più alti del podio.

Padel maschile, una delusione inaspettata

Meno fortunato il padel maschile. Infatti, mentre il bronzo illumina la squadra femminile, gli uomini non hanno superato la nona posizione. Sconfitta inaspettata e pesante. Pesante soprattutto perché anziché riconfermare, come nel caso del femminile, o addirittura migliorare, vede un regresso. Lo scorso anno ai Mondiali di Doha la squadra maschile si classificò quinta, battendo il Belgio con un secco 3 – 0. Quest’anno invece l’Italia maschile di padel ha battuto il Belgio in due set, a fatica. Un girone difficile certamente, ma la scia che lascia è di delusione.

Le aspettative erano ben altre. La nazionale italiana maschile di padel puntava, come obiettivo minimo, alla qualificazione alla fase finale ad eliminazione diretta del campionato del mondo. Il girone si è rivelato molto duro: prima la vittoria, sofferta contro l’Olanda per 2-1, poi alla seconda giornata la preventivabile sconfitta contro l’Argentina, infine alla terza il più fattibile Belgio. Da lì l’ingresso nel quadro secondario del tabellone. Si classifica al nono posto. Ora sarà tempo di valutazioni. Perché una nazionale di padel, sport così popolare in Italia non porta a casa risultati come quelli dell’Argentina? Al tempo le risposte.

spot_img