Nuoto, è tempo di Europei. Al Foro Italico dall’11 al 21 agosto

Ultime notizie

La fame di Vito Dell’Aquila: “Non mi basta vincere una volta”

La cosa più difficile è confermarsi, ma questo non...

Valori in Campo: il progetto dove sostenibilità e sport primeggiano.

Valori in campo è il progetto biennale di Gruppo Cap che...

PGNats 2023: i primi rumors

Se la preseason di LEC e tutte le altre...

Verdasco positivo al doping: squalifica troppo breve?

Il tennista spagnolo Fernando Verdasco, 39 anni, è risultato...

Share

Presentati in Campidoglio gli Europei di nuoto che si terranno a Roma, dall’11 al 21 agosto. Gareggiando per le 231 medaglie in palio, sono 1500 gli atleti che nuoteranno al Foro Italico. Presenti alla conferenza Presidente della Federazione Italiana Nuoto Paolo Barelli, il Sindaco di Roma Capitale, nonché padrone di casa, Roberto Gualtieri, il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega allo sport Valentina Vezzali, il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il Presidente e Amministratore delegato di Sport e Salute Vito Cozzoli e i campioni del mondo Gregorio Paltrinieri, Lucrezia Ruggiero e Giorgio Minisini 

Nuoto da sogno a Roma

Roma 2022 svela le 231 medaglie in palio e il video ufficiale coi partner istituzionali, gli amici sponsor, gli operatori della comunicazione e i suoi campioni. E’ iniziato dunque il countdown verso la 36esima edizione dei Campionati europei di nuoto, nuoto in acque libere, nuoto sincronizzato, tuffi e tuffi dalle grandi altezze. Si terranno dall’11 al 21 agosto, al Foro Italico. A questi seguiranno gli europei master dal 24 agosto al 4 settembre. Nella sala della Protomoteca in Campidoglio, oltre alle presenze istituzionali anche i campioni del mondo: Gregorio Paltrinieri, Lucrezia Ruggiero e Giorgio Minisini. La conferenza stampa è stata moderata dall‘ambassador Massimiliano Rosolino

Le medaglie rappresentano il sogno di 1500 atleti per 50 nazioni e raffigurano il connubio tra sport e storia: davanti un disegno che cambia a seconda della disciplina; dietro il Colosseo, emblema della Capitale d’Italia e Stadio che fu di Gladiatori e naumachie, abbracciato da una goccia d’acqua. Uno giocare in casa per alcuni di loro come Giorgio Minisini, classe ’96, oro mondiale nel misto tecnico di nuoto artistico ai Mondiali di Budapest. “Per Roma è estremamente importante e il complesso del Foro Italico è tra i più belli del mondo ed è giusto venga valorizzato con questi eventi. Sono contento che la nostra capitale possa brillare per le estreme bellezze che ha, storiche e antiche ma anche moderne, perché Roma può anche guardare al futuro.”

Gold medallist Italy’s Giorgio Minisini and Italy’s Lucrezia Ruggiero pose with their medals on the podium following the mixed duet technical artistic swimming finals during the Budapest 2022 World Aquatics Championships at the Alfred Hajos Swimming Complex in Budapest on June 20, 2022. (Photo by Peter Kohalmi / AFP)

Minisini: “Il Foro Italico è tra i più belli del mondo”

D’altronde è proprio al Foro Italico che per Minisini è nato il sogno. Lì comprese che un giorno anche lui avrebbe voluto essere parte di quel tutto. “Era il 2009 quando ai Mondiali di nuoto di 13 anni fa a Roma decisi che avrei voluto far parte di quei campioni che avevo visto nuotare. Oggi sono fiero di far parte di quest’evento perché è il sogno di un bambino che si realizza. Da eventi del genere poi emergono i campioni di domani, italiani e romani.” Roma è anche sfondo del video emozionale che vede protagonisti Gregorio Paltrinieri e Karyna Snitko in Vespa, tra le vie e i monumenti della capitale. Arrivati a Fontana di Trevi lanciano due monete esprimendo pari desideri. Europei di successo, oltre che la fine del conflitto.

Le monete infine si scioglieranno diventando nuotatori, sincronette e tuffatori. Un po’ quello che succede in acqua tra due nuotatori artistici che si esibiscono in coppia.
“Si lavora sulla fiducia in acqua per avere il sincronismo perfetto. Ognuno ha i suoi tempi da eseguire, i suoi errori su cui lavorare quindi hai il doppio delle cose a cui fare attenzione. Si deve fare tutto per due.” Comunque Minisini si dice contento del periodo che vive il nuoto sincronizzato, dopo il successo di Budapest anche di più.Questo sport vive delle attenzioni che gli si danno dopo i nostri risultati. Quindi vogliamo fare di tutto per far esultare tutti e far parlare di noi portando le nuove generazioni anche a superarci.”


spot_img