NBA, LeBron supera Curry, Jokic stende Durant. A est Boston contro Miami: conto alla rovescia per le finali di conference

Ultime notizie

Le nuove leve del tennis ATP: rivoluzione in atto?

Sono tanti i giovani tennisti che stanno raggiungendo i...

Superbike 2024: i big all’assalto di Bautista, ma attenzione ai rookie

Lo spagnolo cerca il tris dopo i titoli conquistati...

MotoGP, Marquez e Acosta in gran forma nei test di Valencia

I test della MotoGP a Valencia mostrano immediatamente un...

Arnau Brugues-Davi e quel record ormai dimenticato

Vent'anni fa la prima vittoria ufficiale in un match...

Share

Si è appena concluso il secondo turno dei playoff NBA e stanno per cominciare le tanto attese finali di Conference. Gli Warriors di Steph Curry si arrendono a LeBron James che trascina i Lakers alla finale della Western conference contro i Nuggets. A est, invece, uno straripante Jimmy Butler domina contro i New York Knicks, riportando Miami tra le prime 4 franchigie della Lega. Nella finale ad est, gli Heat se la vedranno con i Boston Celtics di un travolgente Jayson Tatum.

Jimmy Butler Miami VS New York, palyoff NBA
Butler Miami VS New York, palyoff NBA (AFP PHOTO)

Lebron James vince il duello con Curry, Jokic stende Durant

Nel secondo turno playoff, il duello più atteso era quello tra LeBron James e Stephan Curry, nonché quella che potremmo definire la rivalità sportiva dell’ultimo decennio NBA. Lo scontro tra i due cestisti più decisivi della storia recente del gioco ha visto trionfare ‘The Chosen One’ che ha chiuso la pratica in gara 6 con una prestazione da 30 punti, 9 assist e 9 rimbalzi. Non sono bastati i 32 punti di Curry per fermare l’impeto dei Lakers che, dopo una regular season per certi versi disastrosa, hanno trovato risorse nascoste nel momento decisivo. Sono serviti anche i colpi di Anthony Davis e la capacità di tiro di D’Angelo Russel per far cadere i campioni in carica e permettere ai gialloviola di conquistare la finale di conference. I Lakers adesso credono nella possibilità di conquistare il 18° anello della propria storia, che stabilirebbe il record assoluto di titoli nella storia della Lega. LeBron è entrato in modalità ‘missione’, a caccia del suo quinto campionato NBA, con il quale eguaglierebbe Kobe Bryant.

Anche i Nuggets hanno chiuso la serie sul 4-2, superando i deludenti Phoenix Suns. Non sono bastati Kevin Durant e Devin Booker; il muro di Denver ha fatto valere tutta la propria esperienza. Anche questa volta Nikola Jokic ha dominato la sfida, collezionando rispettivamente 24-39-30-53-29 e 32 punti. Fondamentale l’apporto di Jamal Murray e Caldwell-Pope che hanno infranto le speranze di Phoenix. Un’altra delusione per la franchigia di Monty Williams che aveva dato segnali ben diversi durante la stagione. L’assenza in 4 gare di Chris Paul ha decisamente influito ma con l’arrivo di Durant ci si attendeva ben altro risultato. L’ex Warriors è stato molto severo con sé stesso e con la squadra nel finale di gara 6: “Ci hanno stesi, è stato imbarazzante“. Parole eloquenti, colme di delusione per KD che deve rinunciare anche quest’anno alla possibilità di conquistare il suo terzo titolo NBA.

Jayson Tatum VS Joel Embiid Gara 7 NBA playoff
Jayson Tatum VS Joel Embiid Gara 7 NBA playoff (Photo by Maddie Meyer/Getty Images)

Tatum ne mette 51 contro Phila in gara 7, Miami supera i Knicks: tutto pronto per le finali di conference

Come spesso accade, nel momento decisivo Jimmy Butler risponde presente, e anche questa volta non si è smentito. Quattro gare sopra i 24 punti per il nativo di Huston, supportato dalla fisicità di Adebayo e dall’esperienza di Love e Lowry, carte vincenti per superare 4-2 i New York Knicks di un’ispirato Jalen Brunson. Butler si era già distinto per la serie dominante contro i Milwaukee Bucks, dimostrando di poter essere la stella nonostante i 33 anni. Adesso dovrà vedersela con i campioni in carica della Eastern conference, i Boston Celtics che hanno mandato al tappeto i Philadephia 76ers all’ultimo round. Dopo una serie molto combattuta, contraddistinta dai colpi di Tatum e Brown da una parte, e quelli di Embiid e Harden dall’altra, è stato proprio Jayson Tatum a spegnere il sogno di Phila con una gara leggendaria: 51 punti e 13 rimbalzi per il classe ’98 di St. Louis che ha stabilito il nuovo record di punti in una gara 7, superando i 50 di Curry.

Mercoledì inizierà la finale ad ovest. Lo scontro tra titani: LeBron James e Nikola Jokic, il King contro Joker, pronti a darsi battaglia per confermare o riscrivere la storia. Il Re sa bene come si vince: basti pensare che, con la vittoria contro Golden State, è diventato il giocatore con più serie playoff vinte nella storia della Lega, 41 su 53 disputate. L’ennesimo record per il miglior realizzatore di tutti i tempi che dovrà vedersela con l’impeto di Jokic, uno che l’anello non lo ha mai vinto e che farà di tutto per metterlo al dito. Dall’altra parte, nella notte di giovedì, inizia una finale affascinante tra Miami e Boston, due franchigie di grande prestigio e ricche di campioni. Gli Heat non vincono dal 2013, i Celtics addirittura dal 2008, avendo sfiorato il titolo nella scorsa stagione. Sarà il confronto tra Brown e Adebayo, Lowry e Smart, ma soprattutto tra Jayson Tatum e Jimmy Butler: due generazioni diverse accomunate da un talento straordinario. Sta per iniziare l’ultimo rettilineo verso la finale NBA.

spot_img