Italia, dalla delusione Mondiale al riscatto in Nations League: Mancini riparte grazie a Raspadori

Ultime notizie

Coppa del mondo di sci, bene solo le azzurre

Slalom gigante, Marta Bassino sfiora il trionfo a Killington,...

Iran-Usa: un gol può portare la pace?

Una partita che va oltre lo sport, l’agonismo e...

Apoteosi Canada: Coppa Davis conquistata

Le foglie d’acero vincono per la prima volta la...

Beach Volley, Lupo – Rossi: che esordio in Australia

In Australia è il corso l'ultima Challenge del Beach...

Share

L’Italia piano piano si sta riprendendo dopo la mancata qualificazione al Mondiale. La Nations League, che non scalda i cuori dei tifosi, ha dato quantomeno la consapevolezza che il gruppo segue il mister e può rialzarsi. A novembre si giocheranno due amichevoli che andranno a chiudere un 2022 da dimenticare. Il nuovo anno servirà per ripartire con l’obiettivo di investire sui giovani e di trionfare nella Final Four di giugno 2023.

Verratti durante Italia-Macedonia
Verratti durante Italia-Macedonia

La vittoria in Ungheria ha portato gioia e rammarico

La mancata qualificazione al Mondiale pesa ancora come un macigno. Gli italiani, per la seconda volta di fila, guarderanno la massima competizione FIFA senza gli Azzurri. Se nel 2018 c’era la magra consolazione dell’estate e delle belle giornate, quest’anno non sarà così visto l’anomalia di Qatar 2022. I due rigori sbagliati da Jorginho contro la Svizzera, ma non solo, hanno condannato la Nazionale che piano piano sta cercando di rialzare la testa. La tanto snobbata Nations League ha riacceso una fiammella di entusiasmo ma ha portato anche tanto rammarico per quello che poteva essere e che poi non è stato. Le parole di Mancini dopo la partita con l’Ungheria non lasciano spazio ad altre interpretazioni: “Dopo questo girone cresce un po’ la rabbia? Purtroppo sì, ce l’ho e posso solo soffrire in silenzio. Adesso la qualificazione alle Final Four non sembra nulla, ma magari a giugno sembrerà più bella”.

Raspadori e Dimarco in Nations League
Raspadori e Dimarco in Nations League

Raspadori, Scamacca e… Zaniolo: sta nascendo una nuova Italia

In Inghilterra le chiamano ‘Rollercoaster’, in Italia possiamo attribuire la definizione di montagne russe agli ultimi due anni degli Azzurri. La Nazionale è passata dalla gioia di Wembley alla cocente eliminazione di Palermo contro la Macedonia del Nord. Nella ‘Finalissima’ contro l’Argentina si è chiuso un ciclo e adesso Mancini sta lavorando alla Nazionale del futuro. Raspadori è il simbolo del nuovo ciclo: due gol in due gare che hanno regalato il primato del girone, l’accesso alle Final Four e la prima fascia per i sorteggi delle qualificazioni per Euro 2024. La nuova Italia si tinge di neroverde, infatti l’altro attaccante del futuro è un altro ex Sassuolo.

Gianluca Scamacca, passato in estate al West Ham, sta cercando la vera consacrazione ed è pronto a diventare il nuovo bomber. La qualità davanti non manca, basta pensare che mancava Zaniolo. Nicolò nonostante un rapporto non idilliaco con Mancini è al centro del progetto e sarà protagonista tra qualche mese. A centrocampo sono pronti a prendersi la scena i vari Tonali, Pobega, Pellegrini, Frattesi e il solito Barella. Manca ancora qualcosa dietro, una novità poco piacevole per l’Italia che sui difensori ha sempre fatto scuola a tutti. Ma il tempo c’è per tornare competitivi.

Luka Modric in Nations League
Luka Modric in Nations League

Date e possibili avversarie dell’Italia nella Final Four del 2023: il programma

Passare dicembre e pensare al futuro, è questo il diktat fissato da Roberto Mancini. I tifosi italiani non vedono l’ora di veder passare il Mondiale in Qatar. L’Italia, come già detto, ha staccato il pass per la Final Four del 2023. Nell’ultima edizione, vinta dalla Francia, gli Azzurri hanno concluso al terzo posto. Il prossimo anno l’obiettivo sarà vincere la coppa. Al momento si conoscono tre delle quattro qualificate: Croazia, Olanda e ovviamente l’Italia. Questa sera si deciderà la quarta che sarà una tra Spagna e Portogallo. Non è ancora stata designata una sede, che verrà decisa a gennaio, ma molto probabilmente le partite si svolgeranno nei Paesi Bassi. Le semifinali si giocheranno il 14 e il 15 giugno 2023, mentre il 18 giugno ci saranno le finali per il primo e il terzo posto.

spot_img