Home NEWS Il bacio di Rubiales offusca il primo titolo mondiale spagnolo

Il bacio di Rubiales offusca il primo titolo mondiale spagnolo

credits: comunicato RFEF successivamente rimosso

La Spagna si trova inaspettatamente sul tetto del mondo mentre alza al cielo la sua prima coppa iridata. L’emozione dura qualche secondo, il tempo di un bacio. Subito dopo, il movimento, anzi, l’intera nazione sprofonda nelle sue contraddizioni.

Credits: AGI

Il bacio di Rubiales a Hermoso e le azioni della FIFA

La Spagna per la prima volta nella storia ha vinto i mondiali di calcio femminile. Il successo della rappresentativa nazionale è però offuscato da un gesto che ha riempito le pagine dei giornali: il bacio di Luis Rubiales a Jennifer Hermoso. Il presidente della federazione calcistica spagnola si è arrogato il diritto di esprimere la sua euforia arrampicandosi sulla calciatrice spagnola (no, non era un semplice abbraccio) in mondo visione. La scenetta si chiude magistralmente: l’uomo prende tra le mani il viso della donna e le dà un bacio sulle labbra. Questo è il fatto. Da alcune riprese televisive non è visibile il contesto ma da qui appare chiaro come l’atto stoni con qualsiasi tipo di interpretazione di reciprocità. Tra l’altro, rivedendo interamente i festeggiamenti successivi alla partita, quasi tutte le calciatrici sono state accolte in modo poco professionale da Rubiales.

L’euforia per la vittoria, per quanto forte, non può giustificare che un individuo violi la sfera personale di un altro. Così come la rabbia non può giustificare un pestaggio. Comunque, il fatto, già svilente e maschilista di per sé, non è la fine di questa storia. Perché non basta che una donna dica “Non mi è piaciuto” per renderla una vittima. La spagnola non ha reagito all’intromissione del patriarcato a cui è abituata a sottostare e, quindi, secondo lo stesso Rubiales e chi si batte per lui, il bacio è consensuale. Arriva un primo video di scuse del presidente della federazione spagnola ma non sembra molto convincente. Infatti, qualche giorno dopo, durante un’assemblea straordinaria convocata appositamente, Luis Rubiales si difende dichiarandosi vittima di falso femminismo. Le dimissioni attese non arrivano ma la FIFA lo sospende per 90 giorni con il divieto per lui e la Federazione spagnola di contattare Hermoso.

Credits: Twitter Hermoso

La vittoria volano per il cambiamento

Dall’altro lato c’è Jennifer Hermoso che festeggia la vittoria con le sue compagne quasi ignorando tutta la situazione attorno a lei finché non inizia a girare una sua presunta dichiarazione. Secondo questa versione la calciatrice giustificherebbe il bacio di Rubiales con una certa accondiscendenza. A questo punto rompere il silenzio è l’unico modo per chiarire le cose. Nel comunicato diffuso sul suo profilo Twitter, Hermoso non solo smentisce Rubiales ma parla di pressioni fatte a lei, alla sua famiglia e ai suoi amici per confermare le parole del presidente e disinnescare le polemiche. Appena conosciuta la vera versione della giocatrice si alza un coro di voci. FutPro dirama un comunicato in cui le neo campionesse si rifiutano di vestire ancora la maglia nazionale se non verranno presi provvedimenti. Undici membri dello staff della nazionale femminile si dimettono. Non prende posizione l’allenatore, Jorge Vilda.

La federazione spagnola come si comporta? Si schiera dalla parte di Rubiales con un comunicato prontamente rimosso. Secondo la RFEF, le dichiarazioni riportate da FutPro e da Hermoso non corrispondono al vero. In allegato anche quattro foto che avvalorerebbero la versione del presidente. Si sottolinea inoltre che la risposta alla convocazione nazionale è obbligatoria per tutte le calciatrici. Sono servite quasi due settimane ma alla fine è arrivato il messaggio giusto. Rubiales è stato sollevato dal suo incarico e la Federazione si è scusata per aver contradetto la versione di Hermoso, definendo i suoi comunicati come il semplice punto di vista dell’allora presidente. Nel frattempo Montse Tomé ha sostituito Jorge Vilda sulla panchina della nazionale. Per questa volta, l’effetto amplificatore della vittoria, ha fatto sì che il gesto di Rubiales non passasse inosservato ma si sarebbe mai scoperchiato il vaso di pandore se la Spagna non avesse vinto il mondiale?

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Exit mobile version