F1 e WSBK: con Abu Dhabi e Phillip Island si chiude il 2022. Leclerc e Perez in lotta per il secondo posto mondiale

Ultime notizie

Coppa del mondo di sci, bene solo le azzurre

Slalom gigante, Marta Bassino sfiora il trionfo a Killington,...

Iran-Usa: un gol può portare la pace?

Una partita che va oltre lo sport, l’agonismo e...

Apoteosi Canada: Coppa Davis conquistata

Le foglie d’acero vincono per la prima volta la...

Beach Volley, Lupo – Rossi: che esordio in Australia

In Australia è il corso l'ultima Challenge del Beach...

Share

Ultimo week-end stagionale per quanto riguarda F1 e WSBK. Ferrari e Red Bull ad Abu Dhabi si giocano il secondo posto nel mondiale piloti rispettivamente con Charles Leclers e Sergio Perez; in Superbike, il nuovo campione Bautista e Razgatlioglu volano a Phillip Island per chiudere il 2022 con il maggior numero di vittorie.

Circuito di Abu Dhabi F1

Formula 1: ultimo GP decisivo per il secondo posto nel mondiale piloti e costruttori

Si torna sul circuito che un anno fa ha dato vita alla gara più discussa degli ultimi anni nella Formula 1. Max Verstappen e Lewis Hamilton ci arrivavano a pari punti, al termine di un testa a testa andato avanti per tutta la stagione, tra contatti dubbi ed episodi controversi che avevano aperto una vera e propria rivalità non solo tra i due protagonisti, ma anche tra i sostenitori degli stessi. Sappiamo tutti come è andata a finire, ossia con il successo dell’olandese in un mare di polemiche per le decisioni prese dalla direzione gara durante il GP decisivo. Oggi la situazione è molto diversa, ma le possibilità di rivedere una sfida tra Max e Lewis sembrano esserci: a Interlagos si è rivista Mercedes del 2021, e la vittoria di Russell ha dimostrato che la macchina è di nuovo competitiva. Ottima notizia anche in ottica 2023 per le frecce d’argento.

La lotta più interessante sarà quella per il secondo posto in classifica, sia per quanto riguarda i piloti che tra i costruttori. In entrambi i casi è coinvolta la Ferrari, che dovrà difendersi dal tentativo di rimonta di una Mercedes – al momento indietro di 19 punti – che sta attraversando il proprio miglior periodo di forma degli ultimi 12 mesi. Tra i piloti, partono alla pari (con 290 punti) Charles Leclerc e Sergio Perez. Entrambi vorrano rifarsi dopo che nel precedente GP, in Brasile, sono stati beffati dai rispettivi compagni di squadra: il monegasco della Ferrari ha chiesto al team di ordinare a Sainz di lasciargli la terza posizione, cosa che non è avvenuta. Molto diverso il caso Red Bull, con Verstappen che ha rifiutato di far passare il suo compagno di squadra nonostante le continue richieste degli ingegneri di gara.

Circuito di Phillip Island in SBK
Phillip Island
Autore: Matte CAVADINI 
Copyright: ALEX PHOTO (c)2019

Superbike: a Phillip Island Alvaro e Toprak inseguono il record di successi stagionali

Archiviata la questione relativa al titolo mondiale, nel WSBK l’ultimo round stagionale, in scena sullo spettacolare circuito australiano di Phillip Island, servirà a stabilire chi tra Alvaro Bautista e Toprak Razgatlioglu chiuderà il campionato con il maggior numero di vittorie. Al momento lo spagnolo (campione del 2022) e il turco (vincitore del titolo nel 2021) sono entrambi fermi a 14 successi. In caso di “tripletta” di uno dei due contendenti, verrebbe eguagliato il record assoluto di 17 vittorie in un anno, al momento detenuto da Doug Polen (1991) e Jonathan Rea (2018 e 2019). Interessante anche la volata per il quinto posto in classifica, con Andrea Locatelli, Alex Lowes e Axel Bassani racchiusi nello spazio di 15 punti. Difficile invece pensare che Rea possa impensierire Razgatlioglu per il titolo di vicecampione, avendo il pilota Yamaha un vantaggio di ben 37 punti sul rivale della Kawasaki.

Ultimo appuntamento anche nel Mondiale Supersport, dove i principali protagonisti della stagione in corso correranno l’ultima gara nella categoria prima di passare in Superbike nel 2023. Succederà al bicampione del mondo Dominique Aegerter, che farà il salto di categoria con il team GRT Yamaha, e anche al vicecampione Lorenzo Baldassari (team Yamaha GMT94). Mentre è gia sicura la sostituzione di Aegerter con l’ormai ex Moto2 Jorge Navarro, ci sono dubbi sul sostituto del “Balda” nel team Evan Bros: possibile l’arrivo di Luca Bernardi, attuale pilota Ducati. Nessuna certezza anche sull’eventuale conferma del secondo pilota, Peter Sebestyen. L’ungherese è a suo modo il “Re” degli ultimi round stagionali – l’anno scorso nelle ultime due tappe ottenne più punti del compagno e vicecampione Odendaal, quest’anno ha fatto meglio di Baldassarri nella prima manche del penultimo appuntamento – e cercherà di meritarsi la riconferma con un buon risultato in Australia.

spot_img