Il Calciomercato dei ritorni e degli incroci tra bomber: il meglio della sessione estiva 2022

Ultime notizie

ATE Cup, un Winter Split tutto italiano

ATE Cup, finalmente un campionato in grado di colmare...

Federer annuncia il ritiro: “Ti amo e non ti lascerò mai”

A 41 anni Roger Federer lascia il tennis pubblicando...

Sportcity , l’evento per la sportivizzazione dei luoghi

Che significa sportivizzazione dei luoghi? Rendere le città più...

Simone Giannelli, l’arma in più dell’Italia di De Giorgi

Simone Giannelli: il regista italiano che dipinge con le...

Share

Il calciomercato è ormai da anni uno degli eventi di maggior interesse del calcio europeo. La sessione estiva apre scenari spesso imprevedibili: trattative che all’apparenza appaiono tortuose si trasformano in trionfi societari, altre che invece sembrano in cassaforte, si dissolvono in un attimo. Il calciomercato è un gioco delicato, fatto di dettagli e di tempismo, dove ogni minimo errore può risultare fatale. Quest’estate è stata scandita da clamorosi ritorni, ma anche da trasferimenti inaspettati: tutto il meglio della sessione estiva 2022.

Romelu Lukaku
Romelu Lukaku (mondocalcionews.it)

Lukaku e Pogba romantici ritorni, Dybala e Di Maria per ribaltare i pronostici

Dopo anni, il campionato italiano è tornato ad accogliere grandi campioni e nuove promesse del calcio europeo. La sessione estiva è stata caratterizzata dai ritorni di due top player come Paul Pogba, sponda Juventus, e Romelu Lukaku, sponda Inter. Il primo è tornato a Torino a 6 anni di distanza dall’ultima volta, quando si era accasato al Manchester United. Un’intuizione a parametro zero della dirigenza bianconera. Anche i nerazzurri hanno concluso una trattativa clamorosa col Chelsea, riportando a Milano il centravanti belga appena un anno dopo il suo addio. Dopo averlo ceduto per 120 milioni nell’estate 2021, Marotta e Ausilio lo hanno riportato a casa con la formula del prestito, riducendo profondamente i costi.

È stata anche l’estate dell’arrivo in Serie A di Angel Di Maria, un campione senza tempo che ha portato una ventata d’aria fresca alla squadra di Allegri. L’argentino è andato ad occupare la casella lasciata libera da Paulo Dybala che dopo essere stato a un passo dall’Inter, ha scelto, in maniera inaspettata, la Roma di José Mourinho, ricevendo un’accoglienza da cartolina da parte del popolo giallorosso. Roma che ha accolto altri due grandi nomi, Georginio Wijnaldum e Nemanja Matic, rispettivamente dal PSG e dal Manchester United. Il primo, però, ha riportato una frattura alla tibia, prima ancora di poter mettersi in mostra nel nostro campionato. Un calciomercato che ha visto l’arrivo di nuove promesse, come Charles De Ketelaere, nuovo gioiello classe 2001 del Milan che ha investito 32 milioni di euro più bonus per prelevarlo dal Bruges. Trequartista moderno dal talento cristallino, pronto a infiammare San Siro.

Calciomercato – sessione estiva 2022: da Haaland a Lewandowski

Le sorprese non sono mancate neppure da club come Napoli e Fiorentina. I primi hanno scoperto un giovanissimo talento georgiano, Khvicha Kvaratskhelia, la Viola ha portato in Italia il centravanti serbo ex Real Madrid, Luka Jovic. Il calcio italiano ha accolto tanti nuovi giovani dall’estero tutti da scoprire, ma ha perso due talenti italiani di grande valore: Gianluca Scamacca e Lorenzo Lucca hanno scelto l’esperienza estera, il primo al West Ham, il secondo all’Ajax. Oltre a calciatori come Insigne, Bernardeschi, Criscito e Chiellini, trasferitisi in America. Soprattutto all’estero è stato il mercato dei grandi bomber: Erling Haaland ha risposto alla chiamata di Guardiola approdando al Manchester City con un impatto travolgente nel campionato inglese. L’alieno norvegese ha preso il posto di Gabriel Jesus che ha scelto l’Arsenal.

Per ovviare alla partenza di Lukaku, il Chelsea ha diversificato il suo reparto offensivo, inserendo due stelle di livello assoluto, Sterling e Aubameyang. Senza dimenticare il super colpo Koulibaly in difesa. Uno dei trasferimenti di maggiore risonanza, però, è stato, senza dubbio, quello di Robert Lewandowski al Barcellona, per una cifra complessiva di 50 milioni di euro. Il Bayern Monaco per colmare il vuoto lasciato dal polacco ha prelevato Sadio Mané dal Liverpool che a sua volta ha deciso di puntare sul talento dell’uruguaiano classe ’99 Darwin Nunez: un’operazione che porterà nelle casse del Benfica una cifra vicina ai 100 milioni di euro.

Haaland Manchester City
Erling Haaland (Fonte Instagram – @fut_neews7)

Un’estate scandita da intrecci continui di attaccanti e che ha visto in primo piano la telenovela Cristiano Ronaldo, che alla fine è rimasto allo United, accogliendo anche l’ex compagno Casemiro. Chi ha lasciato i Red Devils da svincolato è stato Edinson Cavani che ha scelto di vestire la maglia del Valencia. Pensavamo di aver visto il meglio nelle precedenti sessioni di mercato, ma questa volta è successo davvero di tutto.

spot_img