Calciomercato, il 2022 inizia col botto: da Vlahovic a Gosens

Ultime notizie

Europei di Nuoto 2022, via al Foro Italico

Rome Swim Rome è il claim degli europei ospitati...

Leandro Lo, dalle medaglie d’oro ad una morte assurda

Fenomeno e icona mondiale di jiu-jitsu, il campione brasiliano,...

Bebe Vio vince il premio Mecenate dello Sport 2022

Per la forza e l'universalità dei valori trasmessi, Bebe...

Calcio femminile , l’Inghilterra è campione d’Europa a Wembley

Davanti al pubblico di casa, le inglesi vincono in finale...

Share

Quando arriva gennaio, il calciomercato diventa uno degli eventi sportivi di maggiore risonanza non solo in Italia ma in tutto il mondo. Il 2022 è iniziato col botto per molti grandi club, ma soprattutto per quelli italiani. Un colpo dopo l’altro, trattative ricche di colpi di scena che hanno tenuto col fiato sospeso tutti gli appassionati e i tifosi. Ecco i maggiori trasferimenti del calciomercato invernale.

Il calciomercato dei grandi nomi: Juve e Inter scatenate

A rubare la scena su tutte le altre ci ha pensato la Juventus che, in un periodo storico di grande difficoltà, ha risposto con il colpo di mercato più atteso. Il bomber serbo Dusan Vlahovic è un nuovo giocatore bianconero, in seguito ad una trattativa che ha portato nelle casse della Fiorentina 75 milioni di euro. La storia si ripete, dopo i numerosi trasferimenti dalla Viola alla ‘Vecchia Signora’ che hanno segnato per anni il calciomercato. Da Roberto Baggio a Giorgio Chiellini, da Federico Bernardeschi a Federico Chiesa. Oltre al bomber serbo, la Juve ha piazzato anche il colpo Zakaria a centrocampo, compensando le cessioni di Bentancur e Kulusevski al Tottenham di Antonio Conte. L’Inter non è rimasta a guardare e ha risposto con un acquisto altrettanto importante. I campioni d’Italia hanno ingaggiato Robin Gosens dall’Atalanta per circa 25 milioni di euro, garantendosi un esterno a tutta fascia che è anche il miglior realizzatore nel suo ruolo nei maggiori 5 campionati europei.

Il Milan, invece, ha guardato al futuro più che all’immediato, acquistando un giovanissimo attaccante classe 2004, proveniente dalla Stella Rossa, Marko Lazetic. Anche fuori dall’Italia non sono mancati i colpi di scena. In Premier League l’Aston Villa si è assicurata Coutinho dal Barcellona che invece ha riaccolto Adame Traoré dopo 15 anni e ha chiuso anche il colpo Aubameyang. Il Manchester City ha bloccato per giugno il talento argentino classe 2000, Julian Alvarez, lasciandolo al River Plate fino al termine della stagione in corso. Anche in Spagna non sono mancati i grandi colpi. Il Siviglia ha infatti prelevato dal Manchester United Anthony Martial; lo Shakhtar Donetsk di Roberto De Zerbi, invece, ha acquistato per 18 milioni il gioiellino brasiliano David Neres dall’Ajax, bruciando la concorrenza.

Grandi addii e meravigliosi ritorni

In Serie A sono anche da sottolineare le mosse della Roma che ha rinforzato la rosa con l’arrivo di Maitland-Niles dall’Arsenal ma soprattutto con Sergio Oliveira dal Porto che ha portato una spolverata di grande qualità a centrocampo. La Fiorentina è riuscita, almeno sulla carta, a colmare la partenza di Vlahovic con un doppio colpo. Krzysztof Piatek, dall’Hertha Berlino, e Arthur Cabral dal Basilea (attaccante capace di realizzare 27 gol in 31 partite). Di certo, però, questo calciomercato invernale lascerà una ferita profonda nel cuore dei tifosi del Napoli che a giugno dovranno dire addio al proprio capitano, Lorenzo Insigne dopo 11 anni di amore.

Il campione d’Europa ha firmato, in anticipo, un contratto con il Toronto. Al termine della stagione si trasferirà in America, dando il suo ultimo saluto alla sua città che lo ha reso un simbolo. Tra i big del calcio internazionale, torna in Italia il portoghese Nani, nuovo acquisto del Venezia. In un calciomercato ricco di colpi di scena e grandi trasferimenti, la notizia più lieta per tutti gli appassionati è il ritorno in campo di Christian Eriksen che vestirà la maglia del Brentford. Il danese torna a vedere la luce dopo mesi di grande paura e terrore. Il suo rilancio può essere considerato il coronamento perfetto di una sessione invernale emozionante e senza precedenti.

spot_img