Barcellona e Messi, storia di un amore. E altre narrazioni

Ultime notizie

LEC, via alla Season 2023

La competizione europea di League of Legends è finalmente...

Sport, rincari e pandemia: buone e cattive notizie

Lo sport è stato tra i primi a risentire...

Mikaela Shiffrin nell’Olimpo dello sci. Come lei nessuno mai

L’Americana supera Lindsey Vonn e sigla il record di...

Share

Se è vero che si torna sempre dove si è stati bene, sicuramente Lionel Messi farà ritorno al Barcellona. Così come Guardiola, che ora è al Manchester City. Intanto il direttore sportivo Cruyff , immaginando il futuro, parla del presente. “Balde? Stiamo lavorando per rinnovargli il contratto”.

Una lunga storia d’amore, e di numeri

Lionel Messi di nuovo al Barcellona. O almeno quello è il suo destino. “Il giocatore e il club meritano un ultimo ballo insieme“, queste le parole del direttore sportivo dei blaugrana Jordi Cruyff. La stella argentina dopo 21 anni al Barca si è trasferito al Paris Saint-Germain nell’agosto 2021. Questo perché il club non poteva permettersi un nuovo accordo secondo le regole del fair play finanziario de LaLiga. Messi è ora alla sua seconda stagione con il Psg, ma è in scadenza di contratto alla fine della stagione ed è stato ipotizzato un suo passaggio all’Inter Miami, squadra della Major League Soccer.

Il sette volte vincitore del Pallone d’Oro compirà 36 anni l’anno prossimo e Cruyff spera di rivederlo al Camp Nou in futuro. Inutile dirlo. Certo, ammette anche che potrebbe non essere in grado di giocare.
È chiaro che Barcellona e Messi dovranno essere di nuovo insieme un giorno“, ha detto Cruyff a RAC1. “Potrebbe essere dopo la sua carriera, ma meritano un ultimo abbraccio“. Una fine non fine quella dello scorso anno che ha rotto un legame profondo, segnato da grandi numeri. Una storia d’amore nata nel lontano 1° maggio 2005 quando, contro l’Albacete, la pulce cambiò il calcio mondiale.
Messi ha segnato 672 gol in 778 presenze con il Barcellona e ha fornito altri 265 assist, per un totale di 937 gol. Ha giocato 219 volte e segnato più 211 gol sotto la guida di Pep Guardiola e con il tecnico catalano ha vinto 14 trofei in quattro stagioni.

Barcellona, un po’ di passato con lo sguardo al futuro

Da allora Guardiola ha trascorso tre stagioni con il Bayern Monaco ed è alla sua settima stagione con il Manchester City. Qui rimarrà sotto contratto fino a luglio 2025. Parlando questa settimana, Guardiola ha detto che un giorno sarebbe tornato al Barcellona se il club avesse avuto bisogno di lui. Infatti, ha poi aggiunto che “niente è paragonabile” alla gestione di un club così vicino al tuo cuore. Alla domanda sulla possibilità che Guardiola possa dirigere nuovamente i blaugrana più in là, Cruyff ha dichiarato:
“Ha raggiunto il livello di poter scegliere il proprio destino. Non molti sono arrivati a quel punto, è il sogno di ogni professionista. Che ritorni o meno, non ne ho idea. Penso che al City sia felice”.

In effetti, Pep Guardiola si è espresso presso Gala De Las Estrellas de Fùtbol Catalàn in merito ad un suo possibile ritorno al Barça. Ha ammesso che non è ancora il momento di intraprendere una seconda vita da allenatore in blaugrana. “Quando me ne andai dal Barcellona il club continuò a vincere. Se un giorno decideremo di incontrarci di nuovo lo faremo in modo naturale. Ora non posso, è il turno di altre persone”. Per esempio Alejandro Balde. Il laterale sinistro del club è molto felice di stare al Barcellona. Felicità condivisa. Nella stessa intervista a Rac1, Cruyff ha anche colto l’occasione per chiarire la sua situazione contrattuale. “Non ci siamo svegliati adesso, stiamo lavorando da molto tempo per rinnovargli il contratto e il feeling con i suoi agenti è molto forte. Siamo molto felici dei suoi progressi.

spot_img