Valentina Vezzali: “Fondi Pnrr votati alla transizione ecologica, anche nello sport”

Ultime notizie

Coppa del mondo di sci, bene solo le azzurre

Slalom gigante, Marta Bassino sfiora il trionfo a Killington,...

Iran-Usa: un gol può portare la pace?

Una partita che va oltre lo sport, l’agonismo e...

Apoteosi Canada: Coppa Davis conquistata

Le foglie d’acero vincono per la prima volta la...

Beach Volley, Lupo – Rossi: che esordio in Australia

In Australia è il corso l'ultima Challenge del Beach...

Share

Al Foro Italico molto sport e molta salute, il connubio all’insegna della prevenzione. Connubio vincente perché l’uno comporta l’altro. L’importanza di questo legame è leitmotif dell’evento Tennis&Friends giunto alla sua dodicesima edizione al Foro Italico di Roma. Qui abbiamo incontrato il sottosegretario di Stato Valentina Vezzali

valentina vezzali
valentina vezzali

Valentina Vezzali: “L’avversario è un simile con il quale misurarsi”

Gli eventi sportivi si dividono in due categorie: quelli dove l’agonismo e la competizione (sana) prevalgono e poi ci sono quelli benefici, che hanno alla base valori come la solidarietà o la prevenzione. Quest’ultima è la categoria a cui appartiene Tennis&Friends un evento che mette insieme lo sport a livello amatoriale e gli sportivi non professionisti (almeno alcuni) con un solo fine: promuovere la salute. Infatti, la pratica sportiva chiama a sé uno stile di vita sano. E attraverso le partite di tennis dell’evento si vuole veicolare l’importanza di fare sport nella vita di tutti i giorni.
Ma esiste poi una dimensione concreta che è quella delle visite preventive. La manifestazione, al Foro Italico giunta alla 12esima edizione, mette a disposizione medici volontari e ben 118 postazioni dove sottoporsi a screening preventivi.

I numeri di quest’anno sono stati da record: 80.000 presenze registrate e 20.830 screening gratuiti effettuati. All’apertura del weekend dedicato a salute e divertimento era presente anche Valentina Vezzali, Sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega allo sport. “Eventi come questo dovrebbero replicarsi in tutto il territorio nazionale. Lo sport è  fondamentale nella crescita dell’individuo non solo per gli stili di vita sani e attivi ma anche per valori come rispetto dell’avversario che non è un nemico da abbattere ma un proprio simile con il quale misurarsi.” ha dichiarato Vezzali.

Sostenibilità e sport: un mondo sano dà uomini sani

Infatti, il tema centrale di quest’anno erano proprio i giovani. Con 2.000 studenti e 20 scuola di Roma si è aperto il lungo weekend di controllo. “Sport e scuola devono camminare insieme per la formazione e la crescita di tutti noi” ha continuato il sottosegretario. “La partecipazione dei bambini è stata significativa. Hanno provato le disciplina più disparate. Questa è la dimostrazione che hanno voglia di provare oltre che di fare attività sportiva. Attraverso la pratica si fa prevenzione. Questo serve anche ad incidere di meno sul sistema sanitario nazionale.” Così l’ex atleta spiega il connubio vincente tra sport e salute. “Fare sport ti permette di monitorare costantemente la tua salute.”

Ma non solo. La novità di questa edizione è un tema caro ai nostri tempi. La sostenibilità. “Attraverso il rispetto di quella che è la transizione ecologica, quindi il verde e la natura, si comprende che il mondo può essere un mondo migliore. Questo è stato tenuto in conto anche negli investimenti del Pnrr. L’impiantistica sportiva è stata tutta votata alla transizione ecologica e alla digitalizzazione. Il fine è rendere l’Italia più innovativa con meno dispendio energetico per consentire ai nostri figli di crescere all’ insegna dello sport.” ha concluso Valentina Vezzali. Perché un pianeta sano dà uomini sani.

spot_img