VALORANT Champions Tour 2023, le novità

Ultime notizie

Rugby Sei Nazioni, si inizia. Italia bella, ma vince la Francia

Come ogni anno, è ripartito il torneo con protagonista...

Snooker: Powell e Gradinari nuovi prodigi della stecca

Due talenti super-precoci, due teenager già professionisti, due futuri...

Il Newcastle sogna in grande: finale di EFL Cup e la voglia di tornare in Champions

Sopra Londra, Manchester e Liverpool nel nord est dell’Inghilterra...

LEC, Team Vitality di Perkz

La terza settimana di LEC sta per iniziare ed...

Share

Riot Games ha annunciato ufficialmente il cambio del format di Valorant previsto per il 2023. Nel corso dei suoi due anni di vita, la popolarità del famoso FPS è cresciuta esponenzialmente. Così tanto da aggiudicarsi 4 premi su 5 nelle categorie dedite all’Esports di The Game Awards 2022. Per adeguarsi alla crescita del settore esportivo di Valorant, Riot Games ha studiato un piano quinquennale per la scena competitiva di Valorant, ecco come si svolgerà.

Il palco dell’arena di Istanbul, Turchia, durante le Grand Finals del VCT 2022, tenutesi lo scorso 18 settembre.

L’ecosistema competitivo VCT 2023

La struttura competitiva di Valorant si basa su un programma di partership. Secondo tale sistema, Riot Games fornisce un supporto finanziario per entrare in partership con la società alle squadre da lei stessa selezionate. Tali team parteciperanno alle competizioni internazionali, sfidandosi tra di loro in eventi LAN, se le condizioni di sicurezza per la salute dovute al Covid-19 lo permetteranno. Riot organizzerà tre campionati internazionali in America, Europa e Asia. La prima lega includerà le squadre provenienti dal Nord America, dall’America Latina e dal Brasile. La seconda vedrà competere i team europei, russi, turchi e MENA. La terza, invece, includerà le squadre dell’Asia e dell’Oceania. La lista delle squadre partner che competeranno al livello più alto di Valorant è stato presentata ufficialmente da Riot Games. Secondo il piano quinquennale, nel 2027 le leghe internazionali saranno composte ognuna da 14 squadre (attualmente sono 10).

Il via al VALORANT Champions Tour 2023 sarà celebrato con un torneo LAN a San Paolo, Brasile. L’evento globale vedrà affrontarsi le 30 squadre scelte da Riot Games come partner per un periodo di tre settimane. Il vincitore avrà assicurato uno spot al Masters 2023. Al termine del torneo inizieranno i campionati internazionali, che si terranno rispettivamente a Los Angeles, Berlino e a Seoul. La competizione di EMEA si svolgerà a partire da marzo, con un girone unico. I playoff si svolgeranno con un girone a doppia eliminazione con le prime sei squadre. A giugno, i migliori team di ogni lega internazionale si affronteranno al Masters. Seguiranno poi la Last Chance Qualifier e la Ascension Tournament a luglio, in cui sarà messo in palio il posto per la partecipazione all’International League nel 2024. Infine, ad agosto si terrà il Champions per incoronare la migliore squadra del 2023.

Il funzionamento dei Challengers come descritto sul sito ufficiale di Valorant.

VALORANT Champions Tour per tutti: i Challengers 2023

Mentre i team selezionati competeranno nelle leghe internazionali, Riot ha annunciato anche l’espansione del Challengers 2023. Al fine di far emergere nuovi talenti e collegare il gioco alla scena competitiva, le squadre che partecipano al torneo dedicato sul client di Valorant, avranno la possibilità di aderire ai campionati internazionali ed agli eventi globali. Il sistema delle VALORANT Regional League introdotto quest’anno sarà, infatti, implementato. Grazie all’integrazione della modalità di torneo in-game, sarà data la possibilità ad ogni giocatore di Valorant di accedere alle competizioni nazionali. Le leghe Challenger consisteranno nella organizzazione di tornei a qualificazioni aperte, uno per ogni lega territoriale. Le migliori squadre al termine della competizione si affronteranno nei Challengers Ascension per decidere chi si aggiudicherà il prestigioso premio: lo slot nel campionato internazionale per l’anno successivo.

Riot Games ha manifestato l’intento di far crescere le possibilità offerte da Valorant, grazie al connubio tra dedizione al videogioco e mondo competitivo. La stretta connessione tra il gioco e l’esperienza competitiva, l’espansione del sistema delle leghe Challengers e Game Changers, l’istituzione delle competizioni internazionali giocate in LAN e l’importanza degli eventi dal vivo, costituiscono i quattro pilastri su cui è stata sviluppata la nuova strategia per Valorant Champions Tour 2023. Riot avrebbe come obiettivo principale quello di soddisfare le esigenze dei fan, regalando loro esperienze indimenticabili. Secondo Whalen Rozelle, Head of Esports Operations di Riot Games, infatti, lo scopo sarebbe quello di “consentire ai partner di investire le loro risorse per far crescere la loro fanbase attraverso la creazione di contenuti incredibili.” Per i fan di Valorant, è allora arrivato il momento di “Assicurarsi la coppa dei Campioni e scrivere il proprio nome nei libri di storia”.

spot_img