LEC, il sogno Vitality

Ultime notizie

Le nuove leve del tennis ATP: rivoluzione in atto?

Sono tanti i giovani tennisti che stanno raggiungendo i...

Superbike 2024: i big all’assalto di Bautista, ma attenzione ai rookie

Lo spagnolo cerca il tris dopo i titoli conquistati...

MotoGP, Marquez e Acosta in gran forma nei test di Valencia

I test della MotoGP a Valencia mostrano immediatamente un...

Arnau Brugues-Davi e quel record ormai dimenticato

Vent'anni fa la prima vittoria ufficiale in un match...

Share

Lo scorso 11 marzo è ripresa la competizione europea di League of Legends. Questa volta i Vitality sembrano aver intenzione di uscire dagli studi di LEC da campioni. A giudicare dall’esordio in questo Spring Split, i loro occhi sono puntati dritti sul trofeo. Che sia il roster ad aver acquisito la sinergia giusta o che sia l’innesto di Upset nel ruolo di adc, il quintetto sembrerebbe essere tra i top team. Anche all’inizio del Winter Split i Vitality avevano dato quest’impressione: stavolta dovranno essere attenti a non commettere lo stesso errore quando e se arriveranno alla fase di Bo3 del torneo.

Upset (adc) e Bo (jungler) che si abbracciano dopo una vittoria dei Vitality.

LEC Spring Split: lo sprint iniziale dei Vitality

Per i Vitality del Winter Split la corsa al trofeo si è interrotta poco dopo la Regular Season. Nonostante l’inizio promettente, che gli ha permesso di concludere al primo posto la fase delle Bo1 con il punteggio di 7-2, il team francese è caduto contro SK Gaming. Questi ultimi, che nello scorso split si sono mostrati altrettanto determinati, hanno infatti segnato, con un secco risultato di 0-2, la parola fine per Perkz e compagni. Anche stavolta i Vitality sembrano partire con una marcia in più. La loro prima settimana dello Spring Split di LEC si è conclusa su un 3 a 0. E durante la prima giornata della Week 2, si sono subito potuti prendere la rivincita su SK, con una performance più che convincente.

Questi nuovi Vitality sembrano inarrestabili. La scorsa settimana hanno dominato completamente su Excel, Fnatic e MAD Lions. Se contro le organizzazioni britanniche i VIT sono partiti da favoriti, è nel match contro i FNC che abbiamo potuto vedere lo scontro diretto tra Upset e il suo vecchio team. Le corsie di FNC a soffrire di più sono state la botlane e la toplane, rispettivamente in svantaggio di 4.5k e 5.8k unità d’oro a fine game. Il confronto tra Rekkles ed Upset, infatti, si è risolto completamente a favore del nuovo adc dei Vitality. É il game contro i MAD che fa pensare ancora meglio per i Vitality. Il team spagnolo, durante il Winter Split, è arrivato in finale ed è dovuto soccombere solo davanti ai G2 che hanno conquistato il titolo. Con la vittoria di ieri sugli SK, i Vitality si trovano al momento da soli in prima posizione in classifica.

Upset e Yamato di fronte al KDA dell’adc dei Vitality con Caitlyn.

Match of the week: Vitality vs G2

Stasera, al match of the week contro i G2, i Vitality si presenteranno ancora imbattuti. Il game contro i campioni in carica sarà la dimostrazione di quanto possono fare i Vitality in questo Spring Split di LEC. I G2, d’altro canto, sembrano non essere nella loro miglior forma. La scorsa settimana hanno sofferto contro gli Astralis e ieri sera contro KOI: questa, per i Vitality, sembrerebbe essere l’occasione giusta per guadagnare punti importanti contro le squadre favorite e distaccarsi da queste il più possibile. Lo scontro tra Caps e Perkz darà sicuramente spettacolo: i due ex compagni di squadra si affronteranno nella corsia centrale. Inoltre, vedremo se la botlane più forte d’Europa, composta da Hans Sama e Mikyx, darà del filo da torcere ad Upset e Kaiser.

I Vitality sembrano rivitalizzati dal nuovo innesto di Elias “Upset” Lipp. L’ex adc dei FNC è, infatti, stato chiamato per sostituire Neon. Per il momento, Upset sta dimostrandodi essere stato la scelta giusta per il management dei Vitality. Le sue statistiche parlano da sole. Con un KDA di 54.00, l’adc è morto una sola volta in 4 game ed ha tenuto un farm di 9.8 CS al minuto, essendosi sempre portato in vantaggio rispetto al relativo opponente in corsia inferiore. Il suo Damage Per Minute è stato di 694.2 e la sua Kill Participation di 68.6%. Per quanto riguarda il confronto con gli adc migliori della competizione, dopo quello di stasera con Hans Sama, rimarrà poi solo quello con Comp il prossimo sabato. Che l’aggiunta di Upset sia l’ingrediente giusto per la ricetta che farà arrivare i Vitality in finale nello Spring Split di LEC?

spot_img