Juventus Dsyre, direzione eSerie A TIM

Ultime notizie

LEC, via alla Season 2023

La competizione europea di League of Legends è finalmente...

Sport, rincari e pandemia: buone e cattive notizie

Lo sport è stato tra i primi a risentire...

Mikaela Shiffrin nell’Olimpo dello sci. Come lei nessuno mai

L’Americana supera Lindsey Vonn e sigla il record di...

Share

Dopo tre anni di competizioni su eFootball la Juventus sbarca ufficialmente nella scena esports di Fifa 23. Era il 2019 quando la società bianconera stringeva l’accordo di partnership esclusiva con Konami per disputare i tornei sul titolo Pro Evolution Soccer. Durante tale periodo la Juventus, rappresentata da Ettorito, LoScandalo e IlDistruttore ha persino vinto il campionato europeo dell’eFootball Pro.

juventus su PES
Da sinistra: il DIstruttore, Ettorito e LoScandalo alla Juventus ai tempi di Konami

Addio Konami

La pandemia ha però rallentato il progetto di Konami, insieme al rebranding totale del franchise passato da Pro Evolution Soccer a eFootball. Non solo: a fine 2021 la Lega Serie A siglava l’accordo di esclusiva con Electronic Arts, spostando la eSerie A solo sul videogioco rivale storico Fifa. La Juventus era riuscita a competere alla prima edizione della competizione digitale parallela della Serie A calcistica, quando era ancora aperta a entrambi i titoli videoludici.

Con la fine del contratto di esclusiva di tre anni il 30 giugno 2022, la Juventus ha deciso di cambiare “casacca”, accettando la proposta e le lusinghe di EA. Firmata la partnership, la Juventus non ha atteso molto prima di guardarsi intorno e cercare il modo migliore per sfruttare la nuova situazione, seppur tra le difficoltà dettate dall’indagine in corso. Molte squadre di calcio, infatti, cercano una collaborazione per affrontare i tornei esports di Fifa o eFootball: l’Inter si è affidata ai Mkers, il Milan ai Qlash e via dicendo, mentre altre provano a fare da sé.

juventus konami
La presentazione della squadra della Juventus ai tempi della collaborazione su Konami

Juventus Dsyre: ricetta vincente

La Juventus ha optato per la prima opzione, trovando nei Dsyre il partner per loro migliore. Sono stati mesi di lunghe trattative e incontri per una realtà della scena esports italiana che esiste da appena un anno ma che si è già fatta notare. Su Valorant ha vinto per due volte il titolo tedesco, ha conquistato il trofeo delle Agents Series italiane alla finale della Milan Games Week; su League of Legends ha ottenuto la promozione dal Proving Grounds, serie cadetta, al PG Nationals.

E su Fifa si era mossa nel modo migliore questa estate, mettendo sotto contratto due dei migliori giocatori della scena. Si tratta di Danilo “Danipitbull” Pinto e di Fabio Denuzzo, insieme all’ex-giocatore e oggi coach Daniele “Dagnolf” Tealdi. Tre elemente che hanno alle spalle una storia competitiva di primissimo ordine e che hanno accettato quasi subito la corte dei Dsyre.

juventus dsyre
I tre nuovi giocatori della Juventus: da sinistra Danipitbull, Dagnolf e Denuzzo

Chi sono i tre nuovi giocatori della Juventus Dsyre

Danipitbull è un nome altisonante perché è il vincitore della prima edizione della eSerie A. Nel 2021 ha condotto il Benevento, la cui controparte calcistica sarebbe poi retrocessa in Serie B, alla vittoria dello scudetto digitale con una prestazione sontuosa. Nel 2022 non è andata nel migliore dei modi nel torneo italiano con la maglia del Cagliari ma successivamente ha conquistato la qualificazione al mondiale di Fifa 22 tra i migliori 32 player al mondo. È inoltre un giocatore della e-nazionale italiana della FIGC con cui ha conquistato la Top 4 alla eNations Cup 2022, la competizione mondiale per squadre nazionali.

Denuzzo, giocatore Xbox, è invece una certezza a livello internazionale: si è qualificato per due volte al mondiale di Fifa nel 2018 e nel 2021, quest’ultima volta vestendo la maglia del Milan. Nel 2022, invece, ha indossato quella della Sampdoria, arrivando a conquistare con Giovhy69 la Top 8 della eSerie A Tim. Adesso la grande occasione della Juventus grazie alla collaborazione con i Dsyre Esports.

 showmatch
I due giocatori della Juventus hanno realizzato uno showmatch con Fagioli e Soulé, calciatori del club

L’importanza del coach

A guidare il duo sarà, come anticipato, Dagnolf. Da giocatore è riuscito a ottenere l’importantissimo traguardo di essere stato l’unico italiano a vincere un evento internazionale di Fifa: l’ELEAGUE FIFA 19 Cup ad Atlanta, negli Stati Uniti. Da coach, invece, ha dato il suo enorme contributo a Francesco “Obrun” Tagliaferro appena pochi mesi fa in occasione della vittoria della eSerie A 2022, proprio in qualità di allenatore. 

Si tratta di una figura che sa cosa significa vincere e come far vincere. Così come hanno già la mentalità vincente i due giocatori della squadra, a cui verrà affiancato un esordiente assoluto durante il prossimo draft della eSerie A Tim. D’altronde la Juventus ha nel suo DNA l’obiettivo di vincere e per farlo anche negli esports ha voluto affidarsi a tre delle figure più importanti della scena e a una delle organizzazioni più promettenti del panorama italiano, i Dsyre. Perché come sentenziava ogni volta l’Avvocato: “Vincere non è importante, è l’unica cosa che conta”.

spot_img