Wonder-Women: le azzurre che hanno fatto la storia nelle ultime olimpiadi

Ultime notizie

Wimbledon: i favoriti senza punti in palio da difendere

L’ATP Tour l’aveva deciso: “No ai tennisti russi e...

Yoga: un viaggio interiore

Lo yoga è una pratica molto diffusa oggi, ma...

Sincro da 10 e lode: medaglia di bronzo e nuovo record

E' la prima medaglia nella specialità a squadre per...

Il nuovo ruolo del portiere: evoluzione o involuzione?

Nel mondo del calcio, in più di mezzo secolo,...

Share

8 marzo, anche lo sport celebra le sue donne nella loro giornata internazionale!


Atlete azzurre che ci hanno regalato grandi traguardi ed emozioni.
Da Valentina Vezzali a Federica Pellegrini, da Carolina Kostner a Tania Cagnotto passando per la fantastiche Carlotta Ferlito e Bebe Vio. La festa della donna vuole ricordare tutte coloro che, con passione, hanno raggiunto obiettivi e sono state esemplari per tutti noi in questi ultimi due anni.

Tokyo 2020: Donne con la D maiuscola

I Giochi di Tokyo 2020 sono stati una dimostrazione senza precedenti di unità e solidarietà. Il mondo si è riunito per la prima volta dopo l’inizio della pandemia per un’edizione dei Giochi Olimpici incentrata sulla celebrazione degli atleti e dello sport. Le nostre azzurre hanno dimostrato la loro tenacia e forza di volontà, frutto di allenamenti costanti e senza interruzioni, nonostante il periodo restrittivo.

ORO

Federica Cesarini e Valentina Rodini: Two is better than one.
Hanno conquistato l’oro nel doppio pesi leggeri di canottaggio (primo oro per la delegazione italiana), autrici di una semifinale e di una finale che dovrebbero restare negli annali. In semifinale hanno registrato il nuovo record del mondo regalandoci un sogno. Un epilogo di gara incredibile, che consegna un successo storico: mai nessun equipaggio italiano femminile aveva ottenuto un podio nel canottaggio alle Olimpiadi. “Una liberazione, ora siamo in pace” hanno detto loro dopo la commozione per la premiazione e quell’Inno di Mameli che risuona dalle parti del Sea Forest Waterway.

Federica Cesarini e Valentina Rodini, Tokyo 2020

Antonella Palmisano con i suoi 20km di marcia femminile ha conquistato il secondo oro italiano al femminile dei giochi Olimpici di Tokyo. 
L’azzurra ha percorso 20 km di marcia incredibile, è sempre rimasta in testa dal primo all’ultimo metro. Per l’Italia è stato subito un tripudio di record: poker d’oro nell’atletica, per poi chiudere a quota 36 medaglie, come non succedeva da Roma 1960 e Los Angeles 1932.

ARGENTO

Vanessa Ferrari: leggiadria ed d’eleganza nel corpo libero individuale.
Alla sua quarta Olimpiade, la Farfalla classe ’90 ottiene tanto attesa medaglia olimpica dopo due quarti posti nell’individuale. E’ il coronamento di una straordinaria carriera per lei: 14.200 il suo punteggio, oro all’americana Jade Carey (14.366). Una delle medaglie più pesanti di sempre nello sport italiano. Si tratta della seconda medaglia nella storia della ginnastica artistica femminile ma la prima risaliva al 1928 (Amsterdam) con la prova a squadre. Un capolavoro di Vanessa Ferrari, atteso da 93 anni dal nostro Paese, e da lei da una vita intera. “Una vita di successi e infortuni, cadute e risalite“.

Vanessa Ferrari, Tokyo 2020

Giorgia Bordignon: la sollevatrice d’argento che ha fatto la storia.
Forza e tenacia sono le caratteristiche che la contraddistinguono in uno sport che da sempre è stato associato agli uomini. La sollevatrice italiana, 34 anni compiuti ha portato a casa il secondo argento a Tokyo 2020 per il team azzurro della pesistica, migliorando anche il suo record personale: in totale, è riuscita a sollevare 232 chili nella sua categoria (64 kg).

Diana Bacosi: “Sono un atleta militare, e la mia filosofia di vita è quella di non mollare mai”. La tiratrice azzurra sale per la seconda volta nella sua carriera sul podio a cinque cerchi. E’ arrivata al poligono di Asaka guidando la classifica con 75/75 immacolati, a pari merito con la cinese WEI Meng. Una sfida al millesimo che è finita con un secondo piazzamento e un tiro a vuoto di differenza della cinese Meng.

Diana Bacos, Tokyo 2020
BRONZO

Farfalle azzurre: Martina Centofanti, Agnese Duranti, Alessia Maurelli, Daniela Mogurean, Martina Santandrea.

Si sono qualificate alla finale della prova a squadre nella ginnastica ritmica con il terzo punteggio complessivo (87.150) dietro a Bulgaria e Russia. Le azzurre allenate da Emanuela Maccarani sono state brillanti ed eleganti. Impeccabili nel loro cavallo di battaglia con le cinque palle.
I Mondiali di ginnastica ritmica svolti a Kitakyushu in Giappone consacrano le ragazze italiane al livello più alto: a distanza di tre mesi dal bronzo alle Olimpiadi di Tokyo, arrivano altre due medaglie dopo l’argento nei giochi olimpici. L’ oro nell’esercizio con cerchi e clavette è stata la consacrazione definitiva per le nostre ragazze al livello planetario più alto.

Farfalle Azzurre, Tokyo 2020

Odette Giuffrida: Medaglia di bronzo per la nostra romana di Judo alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Odette, già medaglia d’argento a Rio 2016, sale ancora una volta sul podio e porta a casa la quarta medaglia per gli azzurri. La campionessa è tornata sul podio, vincendo nei 52 kg del judo. “Godiamoci ogni singolo momento e prendiamoci tutto ciò che meritiamo”.

Odette Giuffrida, Tokyo 2020

Maria Centracchio: “Ho vinto. Dovrei scatenarmi, urlare di gioia, invece mi trovo totalmente spiazzata. Porto le mani al volto e mi chiedo: È successo veramente?” – le parole nella nostra judoka azzurra Maria Centracchio che, dopo aver fallito l’accesso alla finale nel judo nella categoria 63 kg, si è aggiudicata la medaglia di bronzo nella finalina contro l’olandese Juul Franssen.

Viviana Bottaro: specialità kata, alle Olimpiadi di Tokyo 2020. L’azzurra ha vinto la finale per il terzo posto contro l’americana Sakura Kokumai ed è la prima medaglia olimpica per l’Italia in questo sport, entrato nel programma olimpico. Genovese, classe ’87, da quindici anni ai vertici delle arti marziali giapponesi con 26 medaglie tra Europei e Mondiali, di cui 3 d’oro, 10 d’argento e 12 di bronzo, fra squadra e individuale, a cui si aggiunge il bronzo di Tokyo.

Viviana Bottaro, Tokyo 2020

Simona Quadarella: con 13 ori, due argenti e, ora, quattro bronzi, è lei che dovrà prendersi carico della pesante eredità lasciata dall’ “Inimitabile” Federica Pellegrini. Cercava il grande risultato che le è mancato nei 1500 (5 posto) e poco dopo l’ha trovato. Simona Quadarella si guadagna il bronzo negli 800 stile a Tokyo. La romana, 22 anni, è dietro solo all’oro dell’americana Katie Ledecky (8’12”57) e alla ventenne Ariarne Titmus, che l’ha battuta nei 200 e nei 400 (in  8’13”83).

Simona Quadarella, Tokyo 2020

Irma Testa: Pugilato, pesi piuma femminile (54-57kg).
E’ stata la prima pugile a disputare un’olimpiade in occasione dei Giochi di Rio de Janeiro nel 2016 e la prima nella sua categoria a conquistare una medaglia olimpica ai Giochi di Tokyo 2021.

Irma Testa, Tokyo 22020

Maria Centracchio, Judo, 63 kg, è partita per Tokyo 2020 da 27esima classificata e grazie alla sua forza è riuscita a risalire al terzo posto. L’azzurra ha guadagnato la medaglia di bronzo contro l’olandese Juul Frassen in un incontro che è entrato nella storia.

Spada femminile squadre: Federica Isola, Fiamingo Rossella, Mara Navarria e Alberta Santuccio 

Fioretto femminile squadre: Erica Cipressa, Arianna Errigo, Martina Batini e Alice Volpi 

Un medagliere rosa: Olimpiadi Invernali Beijing 2022

L’Italia chiude a quota 17: conquistati 2 ori, 7 argenti e 8 bronzi ma sono le donne a fare numero. Numerosi dei traguardi raggiunti portano nomi femminili tanto che sono arrivate nove medaglie dalle nostre azzurre.

ORO

Arianna Fontana: l’atleta azzurra più medagliata dei Giochi Invernali e, in generale, della storia delle Olimpiadi (11 medaglie), leggenda vivente dello short track e dello sport italiano. La pattinatrice ha vinto l’argento nei 1500 di short track precedendo al fotofinish, per appena tre millesimi, l’olandese Schulting. L’oro è andato alla coreana Minjeong Choi. “Record di medaglie? – ha detto Fontana – Ci sono tante atlete donne che hanno fatto la storia dello sport italiano, essere lì con loro o anche solo un passo davanti a loro è un orgoglio e un onore per me”.

Arianna Fontana, Beijing 2022
ARGENTO

Francesca Lollobrigida: Portabandiera azzurra di Pechino 2022 e argento nel pattinaggio di velocità 3.000 metri, una donna straordinaria! È inoltre la prima italiana a conquistare una medaglia europea nell’allround del pattinaggio di velocità e proprio per questo ricoprirà il ruolo di leader nella cerimonia di chiusura dei giochi invernali.

Francesca Lollobrigida, Beijing 2022

Federica Brignone: È la sciatrice italiana più vincente di sempre in Coppa del Mondo, nonché la veterana della squadra femminile azzurra a Pechino 2022. Federica si è presentata a Pechino con le emozioni alle stelle, tipiche di chi ha ottenuto la vittoria numero 18 in Coppa del Mondo, un altro traguardo in una carriera che l’ha vista vincere il Globo di cristallo nel 2020 sia nella classifica generale che nello slalom gigante e nella combinata.

Sofia Goggia: è argento nella discesa libera femminile di sci alpino. Il giorno dopo l’argento conquistato nella discesa olimpica di Pechino 2022, l’azzurra Goggia è tornata in Italia. La campionessa bergamasca ha trascorso le ore successive alla gara festeggiando la sua medaglia e il bronzo di Nadia Delago insieme alle compagne di squadra e a tutto il suo team. “E’ stata un’esperienza intensa dal punto di vista delle emozioni, ho voluto condividere tutta la mia gioia con il gruppo con cui lavoro e mi alleno quotidianamente“.

Sofia Goggia e Nadia Delago, Beijing 2022
spot_img