Home CURIOSITÀ Inter 23/24: taglio col passato e sguardo al futuro

Inter 23/24: taglio col passato e sguardo al futuro

Lautaro Martinez Inter nuova stagione 2023/24 (courtsey Inter)

Mancano pochi giorni alla chiusura del calciomercato estivo e per l’Inter è tempo di testare la nuova squadra. I nerazzurri hanno cambiato pelle, chiudendo col passato e proiettandosi verso il futuro. Nonostante la situazione economica non sia idilliaca, Marotta e Ausilio sono riusciti a ringiovanire la rosa, mantenendo il club competitivo. La guida all’Inter 23/24: i nuovi acquisti, le cessioni e le previsioni per la nuova stagione.

Nuova Inter 2023/2024
Inter 23/24 (Credit:Getty Images)

Tanti addii, qualche innesto di esperienza e diversi giovani: la nuova Inter prende forma

L’estate di mercato 2023 ha segnato un taglio netto col passato da parte dell’Inter che, dopo aver raggiunto la finale di Champions League e sfiorato la vittoria, ha salutato veterani come Samir Handanovic, Danilo D’Ambrosio, Milan Skriniar, Marcelo Brozovic, Edin Dzeko e Romelu Lukaku. Profili che hanno segnato la storia recente del club nerazzurro, contribuendo a riportare lo scudetto a Milano nel 2021. Alcune vicende sono state piuttosto travagliate: dall’addio di Skriniar a parametro zero al dietrofront di Big Rom che ha espresso la volontà di approdare alla Juventus. Simone Inzaghi ha dovuto rinunciare anche ad Andre Onana che ha scelto il Manchester United. Nonostante fosse arrivato da una sola stagione, aveva già lasciato il segno sia tra i pali che in termini di leadership. In condizioni economiche quasi critiche, Marotta e Ausilio stanno dando nuova linfa al club, preparando una rosa competitiva per la nuova stagione dove l’obiettivo resta lo scudetto.

Uno dei primi rinforzi è stato in attacco con l’arrivo a parametro zero del figlio d’arte Marcus Thuram, pronto a diventare il partner di Lautaro Martinez. L’attaccante francese ha scelto i nerazzurri, nonostante il pressing del Milan, e dovrà raccogliere le eredità di Dzeko e Lukaku, cercando di ambientarsi in fretta al campionato italiano. I nerazzurri vogliono dare un’impronta italiana e l’acquisto di Davide Frattesi dal Sassuolo va anche in questa direzione, oltre che nell’ottica di ringiovanire la rosa. Il centrocampista classe ’99 prenderà il posto di Brozovic nel pacchetto di centrocampo ma più come mezz’ala di inserimento, in stile Barella. L’Inter ha inserito anche un altro giovane, il classe 2000 tedesco Yan Bisseck. Difensore dalle significative doti fisiche e tecniche che avrà bisogno della guida esperta di Darmian e Acerbi per farsi trovare pronto e provare a seguire le orme di Bastoni, diventato ormai un pilastro del reparto difensivo.

Davide Frattesi, nuovo acquisto dell’Inter 23/24 (Credt: Getty Images)

L’esperienza di Arnautovic e Cuadrado, la freschezza di Frattesi, Thuram e Carlos Augusto

Per un tedesco che arriva, c’è un tedesco che va: l’Inter ha infatti ceduto Robin Gosens all’Union Berlin, sostituendolo con un altro classe ’99 dalle qualità indiscutibili. Si tratta di Carlos Augusto, reduce dall’exploit col Monza e pronto a contendersi il posto con Dimarco sulla fascia sinistra. Il brasiliano arriva a Milano per dare una svolta alla propria carriera e con la responsabilità di seguire le orme di terzini brasiliani come Roberto Carlos e Maicon, passati proprio dall’Inter. Anche sulla fascia destra la società è intervenuta in maniera oculata, sostituendo Bellanova con Juan Cuadrado. Un arrivo molto discusso, alla luce del suo passato di 8 anni alla Juventus. Uno dei classici guizzi a parametro zero di Marotta, arrivato in maniera del tutto inaspettata. Per valorizzare la freschezza dei nuovi volti serve la presenza di gente esperta e il colombiano avrà proprio questo ruolo. Sulla stessa linea di Cuadrado l’Inter ha accolto anche Marko Arnautovic.

Per l’austriaco si tratta di un ritorno, a 13 anni di distanza dalla sua prima esperienza in nerazzurro, nell’anno del Triplete di Mourinho. Arnautovic arriva in una fase di massima maturità e vuole dare il suo contributo per garantire a mister Inzaghi un’alternativa dall’usato sicuro. Una mossa di mercato in contrasto rispetto al taglio col passato che la società sta portando avanti ma che certifica la volontà di creare un giusto mix tra giovani e profili esperti. I nuovi volti dell’Inter sono anche in porta. Per sostituire Onana, Handanovic e Cordaz, sono arrivati Sommer, Audero e Di Gennaro. Dovrebbe essere lo svizzero il titolare tra i pali, ma anche l’ex Samp si giocherà le sue carte. Nel nuovo centrocampo sarà Calhanoglu il regista, con Asllani pronto a subentrare. Frattesi e Mkhitaryan si giocheranno un posto al fianco di Barella, ma non è da sottovalutare il jolly Sensi, molto ispirato nel pre-campionato. Dimarco e Dumfries cercheranno di tenersi stretta la titolarità. In avanti Thuram e Arnautovic si alterneranno nel supporto al capitano e faro del club, il Toro Martinez.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Exit mobile version