Haaland, un cyborg del calcio: tutti i record in Premiere League del gigante norvegese

Ultime notizie

Coppa del mondo di sci, bene solo le azzurre

Slalom gigante, Marta Bassino sfiora il trionfo a Killington,...

Iran-Usa: un gol può portare la pace?

Una partita che va oltre lo sport, l’agonismo e...

Apoteosi Canada: Coppa Davis conquistata

Le foglie d’acero vincono per la prima volta la...

Beach Volley, Lupo – Rossi: che esordio in Australia

In Australia è il corso l'ultima Challenge del Beach...

Share

Se ancora pensavate che Erling Haaland non fosse un giocatore normale, date un’occhiata ai suoi record in Premie League. Vedendolo giocare sembra un cyborg creato dal Dottor Gelo. Guardiola sembra aver finalmente aggiunto l’ultimo tassello per la sua macchina perfetta. Il City ora non può nascondersi e deve vincere la Champions League senza se e senza ma.

Haaland i suoi record già nella storia della Premier League

Che fosse un fuoriclasse si era visto già in questi ultimi anni ma Haaland sta stupendo con i suoi record in Premier League. L’avventura a Manchester non è iniziata nel migliore dei modi. Gol sbagliato in Supercoppa d’Inghilterra e vittoria del Liverpool ai danni della squadra di Guardiola. Anche i migliori sbagliano ed Erling ha subito iniziato a macinare gol all’inizio del campionato. Le statistiche non mentono, ha già segnato 14 gol in 8 partite. Due col destro, nove col sinistro e tre di testa. Media spaventosa di 1.75 reti a partita: una ogni 47 minuti.

Nell’ultimo derby di Manchester ha messo a segno una tripletta (a 28 anni dall’ultima) e diventato il primo giocatore della Premier a segnare tre ‘Hat Trick’ di fila in casa e il giocatore più veloce a raggiungerle in così poche partite. A Ronaldo sono servite 232 gare, il migliore dopo l’ex Borussia è Owen che ha messo a referto tre triplette dopo 48 match. Per non farsi mancare niente è già a soli 9 gol dal capocannoniere dello scorso anno, con ancora 30 gare da disputare. Solo 4 squadre, non giocatori, al momento hanno segnato più gol di lui: Arsenal (20), Tottenham (19), Liverpool (18) e Brentford (15). Contando anche gli assist (3) ha partecipato al 58 % delle marcature del City in stagione.

Pep adesso devi vincere la Champions

Guardiola è uno dei maestri del calcio moderno. Tutti hanno ancora negli occhi le splendide partite del Barcellona dei sogni. Da quando è al City ha creato una squadra a sua immagine e somiglianza alla quale mancava solo il centravanti. Quest’anno Pep la punta l’ha trovata ed è la più forte al mondo. L’allenatore spagnolo non vince la Champions dal 2011. E’ passato troppo tempo per un mister del suo calibro. Tanta sfortuna negli ultimi anni sopratutto in finale con il Chelsea nel 2021. La coppa dalle grandi orecchie sembra esser diventata una sorta di maledizione che il cyborg Haaland vuole scacciare grazie ai suoi gol.

spot_img