Giro di Sicilia: al via la 27° edizione

Ultime notizie

Quello del 2024 è il miglior Bagnaia di sempre?

Velocissimo, vincente e sempre meno incline all'errore, il pilota...

Con Jorge Martin l’Aprilia può sognare

Sfumata nuovamente la possibilità di passare al Ducati Lenovo...

Questo Marc Marquez può vincere il mondiale

Alla sua prima stagione in Ducati, Marc Marquez ha...

Share

Al via l’edizione 2023 del Giro di Sicilia presentata presso il Palazzo d’Orlèans, sede della Regione Siciliana. Dall’11 al 14 aprile, dalla Valle dei Templi all’Etna, 4 giorni di puro ciclismo circondati da scenari spettacolari.

Pedalando dalla Valle dei Templi fino a sopra l’Etna

Dall’11 al 14 aprile si terrà la ventisettesima edizione del Giro di Sicilia Crédit Agricole 2023, noto evento sportivo di ciclismo maschile su strada. L’itinerario, ogni anno differente, che toccherà alle 25 squadre in gara, attraverserà svariate zone dell’isola: dalla partenza a Marsala al gran finale di venerdì 14 a Giarre. Al via 25 squadre con il vincitore della scorsa edizione Damiano Caruso e il campione olimpico su pista e portabandiera azzurro a Tokyo Elia Viviani.

«Ci riempie d’orgoglio ospitare anche quest’anno, nella nostra meravigliosa Isola, il Giro di Sicilia – dichiara l’assessore regionale al Turismo, allo Sport e allo Spettacolo, Elvira Amata». Le località interessate dal passaggio dei ciclisti nell’ordine saranno: Falcone, Tindari, Marina di Patti, Gioiosa Marea, Brolo, Capo d’Orlando, Naso, Castell’Umberto, Ucria, Floresta, Favoscuro e Santa Domenica Vittoria, prima di entrare nella provincia etnea a Randazzo.

Giro di Sicilia: 718 km tra mare e montagna

Sono previste quattro tappe: Marsala-Agrigento; Canicattì-Vittoria; Enna-Termini Imerese; Barcellona Pozzo di Gotto-Giarre. Il giro interesserà diversi comuni, alcuni dei quali nel messinese e nei Nebrodi, ricoprendo sette province su nove. L’evento, frutto della collaborazione tra la Regione Siciliana e RCS Sport, non è solamente una delle tante competizioni sportive di stampo nazionale ma rappresenta anche un’importante occasione di rivalsa per l’isola sicula.

Una prima tappa che a 4 km dall’arrivo porterà il gruppo all’ingresso della suggestiva Valle dei Templi. Seconda frazione più lunga, 193 km, con partenza da Canicattì e arrivo a Vittoria. Il terzo giorno si parte da Enna, nel cuore della Sicilia, e dopo 150 km si arriva a Termini Imerese. Si scalano nell’ordine Rocca Vutura, Sperlinga e la Portella di Bafurco dal versante sud. Seguono quasi 40 km di discesa prima di inserirsi sulla strada statale costiera e raggiungere l’arrivo. L’ultima frazione è la più lunga: 216 km da Barcellona Pozzo di Gotto a Giarre. Segue una lunga discesa e dopo Linguaglossa si affronta la salita dell’Etna e Scorciavacca con gli ultimi chilometri in leggera salita fino al traguardo.

spot_img