Burger King e Stevenage: prova che sport ed esport possono convivere e fare soldi

Ultime notizie

Giochi Olimpici invernali: riflettori su Pellegrino e De Fabiani

I Giochi Olimpici invernali si avvicinano e l'Italia sogna...

Il nuovo Futsal visto con gli occhi del D.G. Bontempi

Il Mercoledì a L’Atleta è sinonimo di futsal. Questa...

Mirco Casassa, la locura di un portiere di futsal

Come ogni mercoledì, Futsal Arena porta gli ospiti e...

VALORANT: il nuovo titolo competitivo targato Riot games.

Agent's Range Italia è la nuova realtà che ospita...

Share

Avete mai sentito parlare dello Stevenage Football Club? No? È normale visto che è una squadra che gioca nella quarta divisione di calcio inglese. Lo Stevenage è diventato famoso per essere il club più utilizzato FIFA 20 grazie alla trovata geniale di Burger King. Se tutte le maglie disponibili nello store del club sono andate sold-out per la prima volta nella loro storia (al prezzo di 42,99 £ l’una) è stato grazie alla strategia di marketing di BK. Perché, nel 2018, una multinazionale come Burger King, che controlla ristoranti in tutto il mondo, ha investito circa 50mila sterline diventando lo sponsor di una squadra così piccola?

burger king stevenage challenge

Burger King sponsor dello Stevenage Club con un’idea in testa

A giugno 2019, quando Burger King ha annunciato di voler sponsorizzare lo Stevenage Football Club, molti avranno pensato: cos’è lo Stevenage FC?. Dopo aver verificato su Google, la domanda successiva, per molti sarà stata: perché Burger King sponsorizza una squadra di quarta categoria? Lo Stevenage, infatti è una squadra della League Two che corrisponde alla quarta divisione del calcio inglese dopo Premier League, Championship e League One. Praticamente, è l’equivalente della Serie D italiana.

Uno scherzo? No, ha risposto Marcelo Pascoa, responsabile marketing globale del brand Burger King. Le divise dello Stevenage sono state davvero spruzzate di ketchup e senape perché BK “non ama soltanto le grandi squadre ma anche quelle più piccole, pronte per realizzare qualcosa di grande“. Trovate di marketing, appunto. Difficilmente un club di Premier League affiancherebbe la propria immagine a quella di un colosso del fastfood. Burger King, quindi, ha pensato a qualcosa di nuovo e quando ha fatto l’annuncio, aveva già in mente la “grande idea” da lanciare.

burger king stevenage
Scott Cuthbert, capitano del Severage fc e Luther James-Wildin entrambi difensori

BK: come trasformare una piccola squadra in business

Quel qualcosa di grande accennato da Marcelo Pascoa è stato svelato a metà ottobre 2019. Una campagna di marketing che ha trasformato un piccolo club, nella più grande squadra di calcio online. Grazie alla popolarità di FIFA 20 e delle challenge sui social media, con il lancio della “Stevenage Challenge, la società di una piccola città inglese di 80mila abitanti, è diventata famosa in tutto il mondo. FIFA 20 era stato appena rilasciato quando, a metà ottobre 2019, Burger King ha incoraggiato i videogamer a scegliere il club di League Two Stevenage per la modalità Carriera acquistando i più grandi campioni del calcio mondiale. 

BK ha pubblicato online un elenco di sfide in-game da far provare ai giocatori virtuali, ognuna con il suo nome (“A Nutmeg for Nuggets”, “Impossible for Impossible Whopper”, etc.). I migliori goal virtuali caricati sui canali social della società, sono stati premiati permettendo ai giocatori di sbloccare offerte speciali, aggiudicandosi soprattutto i famosi hamburger Whooper. Risultato: oltre 25.000 goal virtuali condivisi su Twitter ‘messi a segno’ da Cristiano Ronaldo. Messi, Neymar, ecc. con addosso la maglia dello Stevenage decorata col logo Burger King. La catena di fast food ha centrato l’obiettivo oltre ogni aspettativa grazie ad una strategia di marketing ideata dalle agenzie David e LOLA MullenLowe.

burer king stevenage

Condivisione senza confini online e off-line

Burger King ha concretizzato una strategia di marketing geniale. Ha sedotto tifosi e videogiocatori, facendo circolare sui social network un numero enorme di filmati sportivi col proprio logo, legati alla popolarità del videogioco FIFA 20. Praticamente, ha avviato l’evoluzione della sponsorizzazione classica veicolata sulle magliette delle squadre sportive. Facendo circolare video virali sui social, la sponsorizzazione è volata alla velocità della luce. Ricordiamo che sono tantissimi i videogamer che si divertono a giocare nei club minori in FIFA. Il confine tra online e off-line si fa sempre più sottile: la strategia di marketing targata BK lo dimostra, una volta di più e con più forza.

Condivisione e coinvolgimento del pubblico. E’ questa la strada da percorrere anche nello sport ed è su questa via che lo Stevenage fc è diventato, a tutti gli effetti, il club più utilizzato nella modalità Carriera di FIFA. Magari tra di voi c’è chi lo ha portato a vincere trofei ambiziosi, al contrario della squadra reale considerando l’ultimo posto della stagione 2019-2020. 

spot_img